Discoteche abusive sigillate e 4 spacciatori fermati. Dopo via Sarpi e via Padova, Letizia Moratti valuta l’estensione dell’ordinanza sulla sicurezza

Discoteca_archivio“Siamo pronti ad estendere ad altre aree della città le ordinanze specifiche per il rispetto della legalità e delle norme di sicurezza”. E’ quanto emerge dal punto fatto dal Sindaco Letizia Moratti, con il comandante della Polizia Locale Tullio Mastrangelo alla luce dei risultati conseguiti negli ultimi giorni. 

 

 

La Polizia locale nel fine settimana ha chiuso due discoteche abusive e fermato quattro spacciatori.

 

“Oltre al quartiere di via Sarpi e l’asse di via Padova – commenta il Sindaco – valuteremo a breve il varo di nuove ordinanze, sempre in via sperimentale. E’ una linea di presidio del territorio che ha visto un ampio consenso da parte dei cittadini che sono i primi a sollecitare interventi e a segnalare alle forze dell’ordine i casi e le situazioni di illegalità”.

 

“Si tratta di raccogliere i dati di una settimana dove gli agenti della Polizia locale sono stati protagonisti di diverse operazioni” dice il Comandante Mastrangelo.

 

Nella notte di sabato, infatti, nella zona Melchiorre Gioia, in via Bordoni e via Solone, sono stati posti i sigilli a due circoli privati “trasformati” in locali notturni senza le necessarie autorizzazioni e licenze e, in uno, in particolare, si sono riscontrati reati in tema di alcol e risse con disturbo della quiete pubblico.

In settimana, ai Giardini di piazza Guastalla e nella Zona Navigli, le pattuglie dei vigili hanno aumentato i controlli. E’ stato fermato uno spacciatore di origine nordafricana, “specializzato” nel commercio di cocaina. Sempre nel quartiere, altri 3 fermi, ancora per spaccio di sostanze stupefacenti, hanno dato un segnale chiaro sull’innalzarsi del livello di attenzione.

 

“Ringrazio le forze dell’ordine e, in particolare gli uomini della nostra Polizia locale – ha detto il Sindaco Moratti -. L’azione di contrasto e soprattutto di prevenzione stanno ottenendo dei risultati concreti e sotto gli occhi della gente dei quartieri. Anzi – ha sottolineato il Sindaco – nella maggioranza dei casi, le segnalazioni provengono proprio dai cittadini e abbiamo registrato la crescente attenzione anche da parte degli amministratori di condominio”.

 

Infatti, l’altra notte, in una traversa di via Padova è stato chiuso un dormitorio per extracomunitari: anche in questo caso la segnalazione è giunta dai condomini della palazzina, esasperati dal “traffico”.


Leggi anche:

Controlli in via Paolo Sarpi: multe, ritiri di documenti di circolazione, sequestri di veicoli, sanzioni e denunce

Quartiere Paolo Sarpi: un’ora fa la Moratti firma due ordinanze

Paolo Sarpi, stamani via libera all’ordinanza comunale per l’ordine e la sicurezza. Il modello è quello adottato in via Padova

Via Stephenson, sequestrato capannone di 3000 metri contenente 1 milione di articoli contraffatti destinati ai negozianti di via Paolo Sarpi

Zona Paolo Sarpi: 54esimo blitz della Polizia Locale. De Corato vorrebbe applicare un’ordinanza sul modello di quella di Via Padova

Via Paolo Sarpi, arrestati 6 cinesi che agivano attraverso bische clandestine, internet point e un mercato di schiave orientali

 

Di Redazione