Distintivi originali dei corpi delle forze dell’ordine lasciati completamente incustoditi in un deposito in via Giannone, zona Sarpi

ScatoloneUna ventina di scatoloni con “ripieno a sorpresa”

 

“E’ allucinante”, ha commentato il vicesindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato, “che i titolari di questa ditta abbiano lasciato questo materiale incustodito, col rischio che potesse essere utilizzato per usi impropri o per reati predatori o atti di criminalità. Sappiamo per esempio che molte truffe agli anziani sono state perpetrate da finti poliziotti. La Polizia Locale sta comunque facendo tutte le verifiche del caso per capire come questo sia potuto accadere“.

 

Il materiale, 25mila distintivi originali destinati all’esclusivo utilizzo di Autorità, istituti di vigilanza privata e Croce Rossa, e un numero considerevole di fregi della Squadra mobile della Polizia di Stato e gradi dell’Arma dei Carabinieri, erano lasciati completamente incustoditi in un deposito in zona Paolo Sarpi.

Il capannone è risultato appartenere a una ditta che produce loghi per forze dell’ordine, enti militari e civili, rispetto alla quale sono scattate subito attente indagini.

 

Di Redazione