Epidemia di gastroenterite al Don Gnocchi di Milano, la causa un batterio nel vitello tonnato

FotogrammaL’epidemia è scoppiata il 18 maggio 2010 all’Istituto Palazzolo-Fondazione Don Gnocchi di Milano. Responsabile dei malori sembra essere un batterio nascosto nel vitello tonnato servito ai pazienti.

 

 

In base alle analisi condotte dalla Asl, tempestivamente allertata dallo stesso Istituto, pare da escludersi la presenza di batteri particolarmente aggressivi come salmonella o shigella.

 

Secondo i vertici dell’Istituto, inoltre, non esisterebbe alcuna relazione diretta tra la diffusione della gastroenterite e i tre decessi avvenuti durante le medesime giornate del contagio.

 

“Registriamo in media 250-300 morti all’anno – hanno spiegato dalla dirigenza dell’Istituto, – e il fatto che tre decessi si siano verificati in quel periodo non significa che la causa scatenante della morte sia stata l’infezione. L’Istituto ospita 850 pazienti di cui 700 residenti. Per il 70% si tratta di malati gravi, colpiti da piu’ patologie contemporaneamente, quindi gia’ compromessi. Gia’ dopo 3-4 giorni, infatti, solo una decina di pazienti continuava ad avere dei sintomi e, nella maggior parte dei casi, tutto si e’ risolto senza febbre ne’ vomito”.

 

Di Redazione