Falsi carabinieri arrestati in zona Argonne-Lomellina in un’auto con lampeggiante acceso

Carabinieri (archivio)Poteva essere una scena a metà tra un film di Totò e un atto di “Amici Miei”. Due uomini, un napoletano e un amico originario di Potenza, sono stati notati mentre “zigzagavano” in pieno traffico ieri alle 7 di sera e, una volta fermati, hanno detto: “Siamo Carabinieri in missione segreta”!

 

 

Ma non ci sono ovviamente cascati, i veri Carabinieri che in viale Argonne hanno fermato Nicola R., 36enne originario di Potenza, e Gennaro R., napoletano di 41 anni, entrambi con precedenti, a bordo di una Nissan Micra a noleggio.

 

Inizialmente il sospetto della (vera) pattuglia, che aveva notato lo strano andamento dell’auto dotata di lampeggiante blu in funzione, era quello che si potesse trattare di colleghi in difficoltà.

 

Una volta all’altezza di via Lomellina, tuttavia, fortemente insospettiti dall’improbabile comportamento dei “presunti colleghi” li hanno comunque fatti fermare, e non sono servite a niente le “colorite bufale” snocciolate dai due avventurieri.

 

Svolta la perquisizione dell’auto, sono stati rinvenuti un porta tesserino in pelle con la placca dei Carabinieri e materiale per svolgere indagini. E i due spregiudicati lestofanti sono stati arrestati.

 

Di Redazione
 
Foto per gentile concessione di Ambrosiana Pictures