Furto in villa a San Giorgio su Legnano: lo arrestano con addosso gioielli, un cacciavite e una radio ricetrasmittente

Carabinieri (archivio)L’arresto è stato compiuto in via Magenta dai militari della Compagnia di Legnano

 

 

L’ERRORE DEL MALVIVENTE – L’uomo, B.A., 38 anni, pregiudicato, residente nel vercellese, era riuscito ad intrufolarsi in una villetta bifamiliare di San Giorgio su Legnano e a fare man bassa di svariati gioielli in oro. Ma non aveva tenuto conto di un elemento fondamentale: mentre si delinque mai, mai, mai attirare l’attenzione. Soprattutto scavalcando un muro di cinta, soprattutto mettendosi a correre come un disperato alla vista dei Carabinieri che, tra l’altro, passavano di lì per puro caso.

 

LA REAZIONE DEI CARABINIERI – I Carabinieri del Nucleo Radiomobile che stavano passando in via Magenta, hanno notato un uomo che stava uscendo da una villetta scavalcandone, stranamente, il muro di cinta, invece di passare dal cancello. Vedendoli avvicinare, l’uomo si è poi messo a correre precipitosamente, compiendo quella che sembrava una fuga a tutti gli effetti. I Carabinieri lo hanno quindi inseguito e riuscendo a bloccarlo dopo poche centinaia di metri.

 

LA PERQUISIZIONE – A seguito della perquisizione effettuata dagli, B.A. è risultato avere indosso una svariata quantità di gioielli in oro, un cacciavite ed una radio ricetrasmittente.

 

IL COMPLICE – B.A. aveva indosso una ricetrasmittente, infatti, aveva un complice, che però è riuscito a dileguarsi a bordo di un motorino.

 

LA REFURTIVA – Il bottino è stato interamente recuperato e restituito ai legittimi proprietari.

 

LE CONSEGUENZE – B.A. sarà sottoposto al rito direttissimo presso la Procura di Milano.

 

Di Redazione
 
Foto per gentile concessione Ambrosiana Pictures