I Carabinieri della Compagnia Duomo, in collaborazione con l’Interpol, arrestano pericoloso latitante ucraino

Foto_archivio_carabinieriLa carriere del malvivente ucraino arrestato dalle autorità italiane, era più che preoccupante. L’uomo, infatti, già nel 2001 era ricercato in quasi 200 paesi. Nel suo paese d’origine, l’Ucraina, era stato accusato di rapina e tentato omicidio.

 

 

Il suo unico errore? Aver scelto Milano come “luogo ideale” per la sua latitanza. E infatti, dopo mesi di indagini ed accertamenti portati avanti dai Carabinieri della Compagnia Duomo, l’Interpol e la polizia ucraina, per lui sono scattate le manette in zona Garibaldi, presso la stazione ferroviaria.

 

Al momento dell’arresto, il suo amareggiato commento è stato “E’ finita la vacanza!”

 

                                                                                                                Di Redazione