Incrocio via Borgonuovo – Fatebenefratelli: chiarito il mistero, ma lo sbarramento rimane

Il Tappo non si stappa....Hanno protestato tutti per la chiusura dell’incrocio che permetteva ai veicoli di immettersi in via Fatebenefratelli provenendo da via Borgonuovo: i residenti, i negozianti e addirittura celebri  architetti come Gae Aulenti e Mario Bellini.

 

 

LA VERSIONE UFFICIALE – “Abbiamo sperimentato una nuova gestione dei flussi”, ha dichiarato il vicesindaco Riccardo De Corato. “I residenti si lamentavano delle code e dell’inquinamento, e mi chiesero d’intervenire”.

 

LA VERSIONE UFFICIOSA – “Si dice che sia stato un personaggio influente a ottenere lo stop a motori e vibrazioni sotto le sue finestre”, confida il custode di un palazzo entro il perimetro della zona interessata e, in questo senso, si levano molti “mormorii” di conferma. Ma il Comune nega.

 

L’EPILOGO – Lo sbarramento era stato effettuato solo a titolo di “esperimento”. Già ieri le barriere avrebbero dovuto essere rimosse, tuttavia dal Comune fanno sapere che si dovranno attendere ancora 10 giorni a causa della “ridefinizione dei tempi semaforici”, cosa alquanto “curiosa” dato che, malgrado lo sbarramento, i semafori all’incrocio tra Borgonuovo e Fatebenefratelli sono sempre rimasti in funzione. Non ci resta che attendere.

 

Valentina Pirovano