Lavori cavalcavia Corvetto

Cavalcavia_CorvettoIl cantiere comporterà la riduzione da due ad una corsia di marcia per tutto il periodo. Per consentire gli interventi sui giunti, in accordo con la Polizia Locale, il cavalcavia verrà inoltre interamente chiuso alla viabilità per sei notti (indicativamente dal 9 all’11 luglio e dal 16 al 18 luglio).

 

Il cavalcavia di piazzale Corvetto fu costruito all’inizio degli anni Sessanta. Il progetto di manutenzione straordinaria prevede:

  • il riordino delle superfici degradate;
  • la sistemazione della barriera di sicurezza;
  • la risoluzione dei problemi relativi alle infiltrazioni d’acqua;
  • il rifacimento dei giunti strutturali.

 

“Sono iniziati i lavori di manutenzione al cavalcavia Corvetto che, in diversi punti, mostra evidenti segni di degrado.  Le opere, come quelle sul viale Enrico Fermi, saranno completate in due mesi, lavorando giorno e notte”. Lo comunica l’assessore ai Lavori pubblici e Infrastrutture Bruno Simini.

 

I lavori, per una spesa di circa 1,2 milioni di euro, termineranno ai primi di settembre.

 

Le lavorazioni di finitura del sottoponte verranno invece concluse tra settembre e ottobre, senza interruzioni del traffico locale.

 

“Le accurate indagini svolte in collaborazione con il Politecnico per analizzare le cause dei principali fenomeni di degrado – spiega l’assessore – ci hanno imposto di intervenire per tutelare la sicurezza dei cittadini”.

 

“Ci scusiamo sin d’ora per gli inevitabili disagi alla circolazione – aggiunge Simini -. Il programma dei lavori prevede tuttavia di chiudere soltanto una corsia alla volta. Il cavalcavia, che ha quattro corsie in ingresso e quattro in uscita, calcolando anche i passaggi sotto al ponte, avrà dunque sempre tre corsie percorribili per senso di marcia, eccezion fatta per le sei notti in cui tutte le corsie superiori del cavalcavia verranno interamente chiuse al traffico“.

 

Per avvisare i cittadini – conclude l’assessore – abbiamo messo a punto una campagna di comunicazione capillare: cartellonistica ad hoc, distribuzione di volantini in tutta la zona, messaggi sulle tangenziali e alla radio”.

 

Di Redazione