L’ultima “bravata” di Balotelli è stata fatale

Inter_StoreQuesta la conclusione di un rapporto di amore e odio che ha raggiunto il suo apice durante la partita di Champions disputata martedì scorso dall’Inter contro la squadra del Barcellona, dopo che Balotelli si era strappato di dosso la maglia e l’aveva gettata spezzante a terra.

“Sai bene – scrivono gli ultras nerazzurri – che i fischi che ti sono piovuti sulla testa da parte di tutto lo Stadio non erano il frutto di un tiro sbilenco, di un passaggio sbagliato o di un dribbling mal riuscito, ma della rabbia nel vedere dieci giocatori con la tua stessa maglia sputare sangue inseguendo gli avversari, mentre tu trotterellavi in mezzo al campo col tuo solito atteggiamento di fastidiosa indolenza e superiorità nei confronti di tutto e di tutti”.

 

“Ti ricorderemo sempre, Mario, ti ricorderemo come il bamboccio che, primo (e, speriamo, ultimo) nella storia, a San Siro, si è permesso di sfilarsi la maglia e di gettarla per terra in segno di spregio. Quella stessa maglia per cui ciascuno di noi spende tempo, denaro e amore per seguirla ovunque e che tu hai avuto la fortuna di indossare. Per noi non esisti più caro Mario, e con questa nostra, ti diciamo addio. Grazie no, quello proprio non ce la sentiamo”.

 

Voi cosa ne pensate? Invitiamo tutti i lettori di Cronacamilano a dire la propria!

 

Di Redazione
Foto per gentile concessione Ambrosiana Pictures