Opera: carcerato finge di impiccarsi e, quando un agente interviene per salvarlo, gli si avventa addosso e lo picchia come una furia

Cella (archivio)E’ accaduto domenica sera nel Carcere di Opera.

 

 

Un detenuto ha finto di impiccarsi nella sua cella ma, quando un agente è intervenuto per salvarlo, gli si è scagliato contro come una furia e ha iniziato a picchiarlo selvaggiamente.

 

Dopo averlo visitato, i medici hanno fissato una prognosi di 30 giorni.


“Un episodio del genere – commenta Angelo Urso segretario nazionale della Uilpa penitenziari – non ha precedenti, la dinamica di questa aggressione ci preoccupa molto. Fino ad ora gli agenti sono sempre intervenuti con il solo obiettivo di salvare il detenuto. Dopo questo episodio c’e’ il rischio che gli agenti temano altre simulazioni ed abbiano dei timori ad intervenire. I problemi per la sicurezza degli agenti – conclude Urso – ci sono sempre stati, soprattutto con il sovraffollamento attuale, ma mai un detenuto aveva simulato il suicidio”.

 

Di Redazione