Piazza Kennedy, stanziati 6 milioni di euro contro l’inquinamento acustico

Bruno_Simini“Dopo aver diminuito le emissioni sonore di oltre il 30 per cento con la posa di asfalto fonoassorbente durante l’estate scorsa, prosegue il nostro impegno per migliorare la qualità della vita di chi abita in prossimità del cavalcavia ex Ghisallo. In autunno cominceranno i lavori promessi, sollecitati dai cittadini addirittura da diciotto anni, per la posa di barriere antirumore. Inizieremo dai punti più sensibili”.

 

 

Lo ha annunciato l’assessore alle Infrastrutture e Lavori pubblici Bruno Simini intervenendo a un’assemblea del Consiglio di Zona 8, per illustrare il progetto delle barriere antirumore lungo la strada di accesso alle autostrade nord (ex Ghisallo).

 

“I lavori – ha spiegato l’assessore – saranno graduali e modulati: la pianificazione dell’intervento e i relativi tempi di esecuzione saranno studiati in modo tale da ridurre al minimo i disagi per la viabilità”.

 

Il progetto per proteggere le abitazioni presenti sull’asse stradale che va da piazzale Kennedy al confine comunale, riducendo le emissioni sonore provocate dall’ingente flusso di traffico, prevede due modalità di intervento.

In primis, la posa di pavimentazione drenante fonoassorbente. Per 1.800.000 euro, l’estate scorsa è stato posato materiale fonoassorbente sull’asfalto. Secondariamente, verrà effettuata la posa di barriere fonoassorbenti per un importo di 3.800.000 euro.

 

La posa del materiale fonoassorbente ha contribuito a ridurre di 4 decibel il rumore provocato dalle auto, con un abbattimento delle emissioni sonore anche del 30%.

 

Di Redazione