Polizia in via Sarpi sequestra bar karaoke senza licenza

Polizia_Locale_Milano_12Gli illeciti hanno riguardato più articoli del codice penale italiano, di modo che il servizio Annonaria e Commerciale della Polizia Locale ha posto sotto sequestro il bar Ktv di via Paolo Sarpi. 

 

 

Il titolare, un cinese sulla quarantina già sanzionato più volte in passato, è stato denunciato in base all’articolo 681 del codice penale, per apertura abusiva di luoghi di pubblico spettacolo o trattenimento.

 

Lo scorso 29 maggio il servizio Annonaria e Commerciale della Polizia Locale, in collaborazione con la Polizia amministrativa sociale della Polizia di Stato e i Vigili del Fuoco, aveva sequestrato nello stesso locale 6 impianti per karaoke, riscontrando la violazione all’articolo 68 del Tulps (Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza).

 

In quell’occasione il cinese era stato denunciato in base agli articoli 650 c.p. (inosservanza a provvedimento dell’autorità) e 681 c.p. (apertura abusiva di luoghi di pubblico spettacolo o trattenimento).

 

“Si tratta del 58esimo intervento dei vigili nel quartiere dal 2008”, spiega il vicesindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato. “Bisogna capire che Sarpi non è un’isola franca della città. Le regole valgono per tutti, cinesi compresi, e tutti le devono rispettare. La Polizia Locale,” conclude De Corato, “sarà inflessibile contro chi si fa beffe delle leggi italiane, dei regolamenti comunali e delle ordinanze impartite dalle autorità”.

 

Di Redazione