Rho: arrestati tre albanesi, la loro specialità era il furto con scasso all’interno di bar ed esercizi pubblici

Polizia_di_Stato_(archivio)La banda era largamente dedita al furto, e al momento dell’arresto i 3 uomini sono stati trovati in possesso di numerosi attrezzi da scasso (oltre che della refurtiva appena rubata).

 

 

Sono scattate le manette per A.E., 23 anni, A.E. 22 anni e T.E. 30 anni, tutti nativi di Fier (Albania) e residenti rispettivamente a Firenze, Massa Carrara e Parabiago, in Italia con permesso di soggiorno da vari anni e ufficialmente operai. L’accusa, per loro, è di aver compiuto reiterate attività illecite per reati contro il patrimonio.

 

AGIVANO IN PIENO GIORNO – I 3 uomini sono stati arrestati dopo aver compiuto un furto con scasso all’interno del “Bar Trattoria S. Anna”, nella frazione Passirana di Rho, recuperando un bottino di 500 Euro circa. La particolarità, però, è che la banda non ha agito di notte, scegliendo un momento di scarsa frequentazione ma, al contrario, ha effettuato il furto alle 15.00, in pieno pomeriggio, con i clienti nel locale e la titolare al bancone.

 

LA TECNICA UTILIZZATA – Uno dei tre membri della banda si è posizionato fuori del bar,  in funzione di “palo”, attendendo i due complici all’interno di un’autovettura parcheggiata a pochi metri, una Fiat punto di colore azzurro. Gli alti due, intanto, dentro il fingevano di giocare alle macchine per “video poker”, e mentre uno “giocava”, l’altro le forzava sottraendo il denaro. Il tutto senza neanche rendersi conto di venire ripresi da una telecamera di videosorveglianza, di cui successivamente è stato acquisito il filmato a fini di prova.

 

LA REAZIONE DELLA TITOLARE E L’INTERVENTO DELLA POLIZIA – La titolare allarmata, ha telefonato subito alla Polizia Locale chiedendo l’intervento di una pattuglia, la quale, intervenuta e notato i tre, per evitare problemi all’interno del Bar ha lasciato che i malviventi salire a bordo della loro vettura e, dopo aver chiesto rinforzi alla Centrale Operativa di C.so Europa, che ha inviato sul posto una seconda pattuglia in servizio di controllo del territorio, gli agenti hanno bloccato ad ammanettato la banda. Durante la perquisizione, non solo i 3 albanesi sono stati trovati in possesso della refurtiva appena rubata, ma anche di numerosi attrezzi da scasso. Inoltre, sia il modus operandi criminoso sia gli oggetti posti sotto sequestro fanno supporre che il gruppo fosse dedito a tale attività illecita da tempo e che quella di ieri non fosse un caso isolato.

 

L’EPILOGO – Gli agenti hanno arrestato i tre malviventi e sequestrato gli attrezzi da scasso. Dopodiché, su disposizione della Procura di Milano e in attesa del relativo processo, gli arrestati sono stati associati alla Casa Circondariale di S. Vittore. All’operazione di Polizia hanno collaborato anche gli uomini della Compagnia Carabinieri di Rho per l’identificazione dei soggetti.

 

Di Redazione
 
Foto per gentile concessione Ambrosiana Pictures