Rom tenta estorsione a barista con coltello di 24 cm e minaccia di appiccare fuoco al locale

CCSventato il tentativo di estorsione ad opera di un nomade in un bar di Cerro Maggiore, Milano.

 

 

I Carabinieri della Stazione di Cerro Maggiore hanno sorpreso in flagranza di reato un nomade residente in un campo rom della zona: tentava un’estorsione minacciando di morte il titolare di un bar, brandendo un coltello da cucina sottratto poco prima da un vicino ristorante, con la lama in acciaio lunga 24 cm.

 

Il malvivente, inoltre, non ha dimenticato di minacciare anche di incendiare il locale se non gli fosse stata consegnata la cifra di 100 euro.

 

A quel punto sono intervenuti i Carabinieri e il nomade, H.T., 36enne, pregiudicato, è stato fermato, perquisito, arrestato e trasportato a San Vittore.

 

Di Redazione