Sgombero via Clitumno, zona via Padova. Era la terza volta in una settimana che un extracomunitario si infiltrava nel medesimo stabile al civico 11. Arrestato

Arresto (archivio)Ha solo 20 anni, ma il suo curriculum criminale è spaventosamente nutrito. Dopo l’incendio nell’appartamento occupato abusivamente da nordafricani, via Clitumno torna a far tristemente parlare di sé.

 

 

IL FATTO – Un marocchino di 20 anni è stato individuato dalla Polizia Locale in via Clitumno 11, dove per la terza volta in una settimana stava occupando abusivamente un appartamento al secondo piano, lato strada, precedentemente sigillato dal Nuir (Nucleo intervento rapido del Comune) cn delle assi.

 

I PRECEDENTI – In passato il giovane era stato identificato 15 volte per violazione alla legge sull’immigrazione, arrestato per spaccio e furto, e denunciato per diversi reati tra i quali furto aggravato, porto abusivo d’armi, occupazione abusiva e ubriachezza molesta. Attualmente aveva l’obbligo di firma in Questura per un procedimento pendente per furto.

 

LA RESISTENZA E L’ARRESTO – All’avvicinarsi degli agenti, il ragazzo ha reagito con violenti spintoni e cercato la fuga.

 

IL COMMENTO DELL’ASSESSORE ALLA SICUREZZA E VICESINDACO RICCARDO DE CORATO – “Avendo un procedimento pendente, il marocchino non può essere rimpatriato. Il che dimostra la bontà della proposta del sindaco Moratti: espulsione immediata per gli irregolari che abbiano già altri procedimenti in corso in Italia per reati che destano allarme sociale senza dover attendere almeno la sentenza di primo grado”.

 

Leggi anche:

Trovato cadavere presso la ferrovia in via Clitumno

 

Di Redazione