Via Paolo Sarpi, arrestati 6 cinesi che agivano attraverso bische clandestine, internet point e un mercato di schiave orientali

Foto_decorazioni_cinesiArrestati 5 uomini e una donna, tutti di origine cinese, che gestivano le attività illecite nella China Town milanese, tra via Paolo Sarpi e via Aleardi. 

Dopo un accurato periodo di indagini, culminato con gli ultimi 2 giorni e mezzo con controlli ed irruzioni, finalmente è scattato l’arresto, ad opera del Reparto Operativo dei Carabinieri di Milano.

 

Tra le accuse volte alla banda: rapine, estorsioni, traffico di stupefacenti, sfruttamento della prostituzione e anche 2 tentati omicidi.

 

“La cosa importante è che abbiamo tratto in arresto i nuovi vertici dell’organizzazione,” dice il Tenente Colonnello Lorenzo Falferi, Comando Reparto Operativo Carabinieri Milano, “dopo che i vecchi erano stati decapitati da una nostra precedente operazione”.

 

Di Redazione