Zona Monte Ceneri, un bimbo di 19 mesi muore soffocato da un pezzo di pizza. Inutili gli interventi del 118

Ambulanza_in_chiamataUna cena tranquilla nella cucina di casa, mangiando la pizza insieme alla mamma, una donna di 25 anni immigrata dall’Egitto con regolare permesso di soggiorno. Poi all’improvviso il bimbo diventa cianotico: ha ingoiato un pezzo di pizza che lo sta soffocando.

 

 

Immediata la chiamata della donna al 118, l’avviso al marito (un piccolo imprenditore egiziano anch’egli perfettamente in regola), e a un amico di famiglia.

 

Pochi istanti e nell’appartamento giungono gli operatori del 118, che si precipitano nel tentativo di rianimare il bambino, per poi caricarlo a tutta velocità nell’automedica, alla volta dell’Ospedale Buzzi. Nel frattempo arriva anche il marito, accompagnato dall’amico di famiglia.

 

Ma il viaggio del piccolo non ha, purtroppo, un lieto fine, e si conclude nella terribile tragedia.

.

A fronte del drammatico evento, il Codacons ha dichiarato che ogni anno sono più di 3milioni gli incidenti che accadono tra le pareti domestiche, molti dei quali coinvolgendo proprio i più piccoli.

 

Per questo il Codacons chiede al Ministero della Salute di organizzare una campagna d’informazione su come comportarsi in casi di soffocamento, spiegando ad esempio come effettuare la manovra di Heimlich.

 

Il bimbo era nato a Milano nel 2008.

 

Di Redazione
 
 
  • SkraG

    come fa il bimbo ad avere 19 mesi se è nato nel 2008……MAH!

    • Gigi

      Ma ha visto la data dell’articolo? Boh?