Zona Paolo Sarpi: 54esimo blitz della Polizia Locale. De Corato vorrebbe applicare un’ordinanza sul modello di quella di Via Padova

Via_Paolo_Sarpi12 agenti del Comando di Zona 8 della Polizia Locale sono intervenuta per il sospetto di favoreggiamento di clandestini, a seguito delle segnalazioni di un amministratore di condominio.

 

L’uomo aveva rilevato un continuo via vai di cinesi in uno stabile della zona Paolo Sarpi, quartiere dove i vigili hanno già compiuto 54 blitz dall’inizio di quest’anno, 6 dei quali proprio nell’appartamento in questione.

 

Compiendo il sopralluogo, la Polizia Locale ha quindi scoperto due nuovi appartamenti-dormitorio di circa 45mq ciascuno, situati al primo e al quarto piano di uno stabile di via Messina. Qui erano stipati 16 cinesi tra i 20-30 anni, che hanno dichiarato di pagare circa 150 euro per il posto letto.

 

Non un grande sorpresa, in realtà, per gli agenti della Locale, poiché uno dei due proprietari aveva già quattro denunce per favoreggiamento all’immigrazione clandestina e, tra l’altro, per tale motivo verrà inoltrata all’autorità giudiziaria anche la richiesta di sequestro dell’appartamento per reiterata attività illecita.

 

Inoltre, poiché nell’appartamento al quarto piano i vigili hanno avvertito un odore nauseabondo per le pessime condizioni igieniche in cui era tenuto, è stata anche inoltrata una segnalazione all’Asl per le opportune verifiche.

 

Il proprietario di questo bilocale, un cinese sui 40-45 anni che ha precedenti specifici, aveva anche creato con del carton-gesso 6 micro cellette di 1 mq per separare i letti. L’altro proprietario, anche lui cinese sui 40-45 anni, è stato invece sanzionato per circa 1300 euro per attività di affittacamere abusiva.

 

“Questo venerdì comunque,” ha commentato il vice Sindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato, “incontrerò il Comitato dei cittadini Vivisarpi e le associazioni dei commercianti Sarpi doc, Ales, e Unione del Commercio, al fine di valutare insieme l’ipotesi di un’ ordinanza sul modello di via Padova.

 

“Come già è capitato per Imbonati e il Corvetto, ascolterò tutti”, assicura il vice Sindaco, “sia i residenti sia i rappresentanti degli esercizi commerciali, per verificare che le nuove misure non ledano i loro interessi. E solo dopo aver acquisito i loro pareri sulle modalità di estensione del provvedimento comunale alle attività presenti in Chinatown, lunedì farò una relazione al Sindaco.

 

“L’indirizzo,” conclude De Corato, “è naturalmente quella di ricalcare il provvedimento di via Padova, contemplando sia il provvedimento sul deposito degli affitti sia quella sulla limitazione degli orari di chiusura di alcuni esercizi commerciali. Ma non è detto che si farà un provvedimento fotocopia”.

 

Di Redazione
 
Foto per gentile concessione Ambrosiana Pictures