Fondo per chi ha perso il lavoro e ha difficoltà economiche, Fondazione Welfare Ambrosiana

E’ stata presentata nella sede di Villa Scheibler la Fondazione Welfare Ambrosiano.

 

LO SCOPO DELLA FONDAZIONE: OFFRIRE SOSTEGNO ECONOMICO – La missione della Fondazione Welfare Ambrosiano è offrire un sostegno economico alle persone e ai relativi nuclei familiari che si trovano in una situazione di disagio momentaneo.

 

IL FONDO STANZIATO – Il fondo di dotazione della fondazione, depositato presso BPM, è di 5.591.146,50 milione di euro.

  • Il Comune di Milano partecipa con una quota di 2 milioni di euro.
  • L’erogazione del credito può arrivare a un massimo di 20mila euro per ogni singolo caso.

 

COME FARE PER AVERE ACCESSO AL FONDO – Per avere accesso al microcredito sarà predisposta una rete di sportelli di cui faranno parte gli enti e le associazioni che si accrediteranno presso la Fondazione Welfare Ambrosiano.

  • La rete di sportelli intercetterà le persone in situazione di difficoltà ed effettuerà l’accompagnamento per l’accesso al microcredito.
  • Enti ed associazioni accreditate dovranno prestare una fideiussione morale nei confronti delle persone per le quali ritengono opportuno avviare la pratica per l’accesso al microcredito, previa verifica dei requisiti d’accesso.
  • Una volta che la pratica è stata istruita viene passata alla Fondazione Welfare Ambrosiano che approva il progetto di intervento e si attiva presso gli istituti bancari convenzionati, che provvedono quindi all’erogazione del credito, fino a un massimo di 20mila euro.

 

REQUISITI NECESSARI– Tra i requisiti necessari per accedere ai microcrediti:

  • la condizione di temporanea difficoltà, dovuta ad esempio alla perdita del posto di lavoro, cassa integrazione e chiusura della propria impresa o malattia,
  • lo svolgimento di attività lavorativa entro i confini del territorio di Milano.

 

I FONDATORI DEL PROGETTO – I fondatori promotori della Fondazione Welfare Ambrosiano sono il Comune di Milano, la Provincia di Milano, Camera di Commercio di Milano, CGIL – Camera del Lavoro Metropolitana, CISL Unione Sindacale Territoriale di Milano, UIL Milano e Lombardia. A questi potranno aggiungersi altri soci.

 

IL COMMENTO DEL SINDACO LETIZIA MORATTI – “La Fondazione Welfare Ambrosiano costituisce uno strumento innovativo di welfare partecipato – ha sottolineato il Sindaco Letizia Moratti, – uno strumento di ascolto dei bisogni della città. Con la Fondazione Milano risponde alla crisi, sostenendo, in particolare, chi ha perso il lavoro e tutti coloro che, pur non rientrando in una fascia per la quale è prevista un’azione di sostegno, si trovano in difficoltà economiche”. “Si tratta di un aspetto innovativo – ha aggiunto il Sindaco – che amplia i confini dell’intervento tradizionale di assistenza sociale, garantendo aiuto e supporto alle nuove povertà. Non sarà importante la causa che ha determinato le difficoltà economiche, quanto invece conterà la condizione di oggettiva precarietà familiare”. “Quello che presentiamo oggi – ha concluso il Sindaco – è il frutto di un grande lavoro che ci consente di dare il via ad aiuti concreti, che si aggiungono ai 250 milioni di euro di spesa sociale del Comune, un quarto del bilancio comunale, ai 10 milioni di euro già stanziati per il fondo anticrisi, al bando per il sostegno agli affitti di 20mila famiglie in difficoltà. Numeri di una città che sostiene chi ha bisogno e lo aiuta a ridiventare protagonista della propria vita; che mette il lavoro e le famiglie al centro della propria azione di sostegno e di rilancio, di una città che non lascia solo nessuno”.

 

IL COMMENTO DELL’ASSESSORE MARIOLINA MOIOLI – “La fondazione Welfare rappresenta per noi una grande sfida, impegnativa e allo stesso tempo interessante – ha dichiarato l’assessore alla Famiglia, Scuola e Politiche sociali Mariolina Moioli. – In una logica di sussidiarietà e partecipazione viene offerto un aiuto concreto, attraverso lo strumento del microcredito, alle famiglie milanesi che rientrano nelle cosiddette aree grigie del sistema di protezione sociale, ovvero non ancora in una situazione di difficoltà conclamata ma fortemente a rischio. Vorrei ringraziare tutti gli enti coinvolti nelle attività della fondazione e le università che hanno offerto il proprio supporto per approfondire il tema del microcredito”.

 

IL COMMENTO DI MASSIMO FERLINI – “Di fronte ad una situazione occupazionale ancora difficile e che tocca la qualità della vita di tante famiglie le istituzioni milanesi – ha dichiarato Massimo Ferlini, membro di giunta della Camera di Commercio di Milano e presidente del Consiglio di Gestione della Fondazione Welfare – mettono in campo uno strumento innovativo per integrare gli ammortizzatori sociali. La fondazione welfare, nata da una proposta di Carlo Sangalli e della Camera di commercio, subito accolta dal mondo sindacale e dal Comune, è una risposta importante e reale ai bisogni di tanti lavoratori che sono a rischio povertà insieme alle loro famiglie.

 

INFORMAZIONI –  Per ulteriori informazioni, telefonare allo 02.02.02

 

Leggi anche:

Bonus bebè confermati nuovi fondi, requisiti per avere 500 euro mensili

Sovvenzioni mamme Bonus Bebè 500 euro mese e Progetto Cicogna 300 euro mese

Sicurezza edifici scolastici, 40 milioni di euro stanziati dal Comune per 128 istituti

Manutenzione case erp, al via interventi per 200 alloggi milanesi

Bonifica amianto case popolari vie Lorentegigo, Gervasini, Sestini e Santi, interventi definitivi

Fondo affitti Regione, fino a 2mila euro per disoccupati e sfrattati

I bambini e il sonno, Dal lettone al lettino: i libri della buonanotte, 5 febbraio 2011 ore 10-11.30, 5 incontri gratuiti per genitori ed educatori

Contributi per taxi ecologici, elenco veicoli che possono accedere al fondo di 1milione e mezzo di euro stanziato da Palazzo Marino

 

Di Redazione

5 COMMENTI

  1. sono disoccupato da settembre 2010 ho 55 anni 2 figli disabili non ho piu soldi la disoccupazione e durata un anno , non ci sono aiuti economici da parte del comune di milano per situazioni del genere? grazie

  2. ottimo. sono disoccupata e sono orfana di entrambi genitori,non ho reddito e sono disperata,vivo a Torino,in una casa che devo pagare non so più in che modo devo andare avanti!

  3. salve, sono una madre da sola con tre figli a carico,dei quali uno ancora minorenne ,non per voler nostro siamo senza lavoro e io cerco disperatamente ogni giorno di mettere qualcosa sul tavolo ,purtroppo la situazione si è aggravata e siamo rimasti senza energia elettrica e tra non molto chiuderanno le tubazioni del gas ,scrivo a voi con la speranza almeno d una risposta positiva della possibilità di un contributo che con estrema sincertà vi dico che trovando un lavoro io più che volentieri vi restituirò , mi chiamo immacolata lombardi e abito a viadana provincia d mantova nelle case popolari degradate che comunque noi chiamiamo casa nostra , vi lascio il mio recapito telefonico 3404808063 ,un cordiale saluto grazie comunque per la vostra attenzione .

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here