Mercedes Benz Milano ospita l’Università dei Bambini dal 20 marzo al 30 giugno 2012, info

Dal 20 marzo al 30 giugno 2012, Mercedes-Benz Milano ospita una vera e propria Università aperta ai bambini dagli 8 agli 11 anni che potranno iniziare a conoscere l’automobile attraverso il gioco e gli elementi della natura.

 

PORTE APERTE PER BAMBINI E SCUOLE, NEL NOME DELLA SOLIDARIETA’ – A questa innovativa e interattiva mostra hanno già aderito circa 2.500 alunni delle scuole milanesi e i ragazzi seguiti dalla Fondazione Laureus Italia Onlus, partner dell’iniziativa.

– Fondazione Laureus Italia, infatti, attraverso lo sport interviene nelle periferie e nelle scuole con l’obiettivo di sostenere ragazzi e bambini che provengono da realtà e contesti familiari critici, di povertà, insuccesso scolastico e scarsa integrazione culturale.

– “Il binomio Mercedes-Benz e Laureus ha radici solide” hanno spiegato i promotori dell’iniziativa, “poiché rientra nella strategia di sponsorizzazione globale di Daimler che, a livello internazionale, supporta numerose iniziative in ambito educativo, scientifico e culturale”.

 

LA NASCITA DEL PROGETTO, DALLA GERMANIA A MILANO – Il percorso interattivo di Mercedes-Benz “L’automobile agli occhi dei bambini” nasce in Germania per educare i bambini alla mobilità in senso ampio, stimolarne la conoscenza delle norme e regole della strada e far crescere la capacità di rapportarsi in modo autonomo e responsabile con l’universo complesso rappresentato dall’ambiente circostante.

– Il progetto è quindi arrivato a Milano, nella sede del Brand Center di Via Gallarate 450, per accrescere negli automobilisti di domani il livello di conoscenza e sicurezza sulle strade con l’obiettivo di contribuire a rendere i bambini più responsabili sulla strada, insegnando loro a reagire correttamente di fronte a possibili pericoli, trasmettendo la cultura di una mobilità sicura nel rispetto delle regole.

– Questa è la sfida ambiziosa della Stella che da un lato investe ingenti risorse per accrescere la sicurezza delle proprie vetture e dall’altro si impegna per formare gli utenti della strada di domani.

– Toccare, provare, confrontare e partecipare sono le parole d’ordine dell’evento progettato sulle reali esigenze del bambino da esperti pedagoghi. Il processo di apprendimento si trasforma in un’esperienza avventurosa ricca di sorprese, dimostrando che anche il gioco può contribuire efficacemente all’apprendimento.

 

LE PAROLE DELL’AMMNISTRATORE DELEGATO, MR. RADEK JELINEK – “Si inaugura oggi in Mercedes-Benz Milano quella che amiamo chiamare l’Università dei bambini, dove copiare è permesso”, ha sottolineato Radek Jelinek, Amministratore Delegato di Mercedes-Benz Milano e impeccabile padrone di casa alla presentazione del progetto alla stampa.

– “I bambini sono degli esploratori nati e la mostra pone al centro della loro attenzione gli elementi della natura per spiegare i valori della sicurezza e del rispetto reciproco sulle strade di oggi e del futuro, ” ha aggiunto Jelinek, “questa iniziativa è la miglior espressione di una strategia autenticamente sostenibile, in grado di portare benefici concreti nel medio e lungo periodo.”

 

IMPARARE GIOCANDO – Nel corso della mostra, i bambini si accosteranno con un approccio ludico ad interessanti temi di ricerca, ma soprattutto si divertiranno.

– Un entusiasmante viaggio nel mondo degli animali, ad esempio, permetterà di spiegare ai bambini, in modo chiaro e interessante, il tema della bionica, scienza che nasce dalla combinazione di bio-logia e tec-nica, nonché disciplina scientifica che studia le strutture e i processi in natura per ricavarne soluzioni tecnologiche.

 

LO STUDIO DELLA NATURA E LE PRESTAZIONI MERCEDES – “Gli ingegneri Mercedes-Benz agiscono secondo il modello della natura, analizzano continuamente le tecnologie a loro disposizione e le sviluppano ulteriormente al fine di ottenere soluzioni che rispondano alle nuove esigenze dell’ambiente in costante evoluzione”, hanno spiegato i portavoce della Casa di Stoccarda.

– “Tuttavia” hanno aggiunto, “con la differenza che la natura impiega più tempo per i propri processi evolutivi, spesso migliaia se non addirittura milioni di anni. I progressi che Mercedes-Benz ha compiuto in 125 anni sembrano, a confronto, quasi uno sprint sui 100 metri: godere di notte di una visibilità perfetta come la vista di un gufo è possibile, grazie al sistema di visione notturna Nightview. Tenersi sempre a distanza di sicurezza da eventuali ostacoli come fanno i pipistrelli: nessun problema con il DISTRONIC PLUS, il sistema di mantenimento della distanza di sicurezza e di frenata di emergenza. Dotare la propria vettura dell’agilità di un pesce: l’auto del futuro, la Bionic-Car, ne è la dimostrazione”.

 

…TUTTO A MISURA DI BAMBINO – Questi sono soltanto alcuni degli esempi tratti dalla bionica che vengono presentati ai bambini nel corso dell’evento grazie a strumenti quali, ad esempio, il veicolo di fantasia sperimentale NiQ, oggetti interattivi, nove postazioni d’ascolto, la postazione dello scienziato con i suoi numerosi attrezzi e speciali laboratori dedicati alla bionica.

 

Mercedes-Benz Center Milano

-Via Gallarate, 450  – 20151 Milano

– 20 marzo – 30 giugno 2011

– ingresso gratuito

 

Orari di apertura

– Lunedì – Venerdì: dalle 8.30 alle 19.00

– Sabato: dalle 9 alle 18

. La mostra rimarrà aperta tutti i giorni feriali ed anche sabato 24 e 31 marzo e 14 aprile.

 

Per informazioni sulla mostra e iscrizioni:

progettididattici@marts.it

-Telefono 02-58.30.57.18

– Fax 02-58.31.58.34

 

AGGIORNAMENTO del 9 maggio 2012: Grazie al grande successo dell’iniziativa, la mostra sarà eccezionalmente aperta a tutti i privati anche sabato 12 e sabato 26 maggio 2012, alle ore 11.00 e alle ore 15.00, proseguendo poi come da calendario fino al 30 giugno 2012. Per prenotazioni è possibile contattare il numero 02-30.25.81.43

 

Leggi anche:

Nuovo profumo Mercedes presentato a Milano, è il soffio di un incontro

Nuova Classe M Mercedes Milano, libertà ed avventura racchiusi in un must di eleganza

Mercedes SLK Roadster, a Milano presentata la nuova icona dell’auto sportiva

 

 

Di Redazione