Università Iulm Milano, i nuovi corsi e il piano per risolvere l’incognita del futuro per i giovani

I dati forniti dal CUN (Consiglio Universitario Nazionale) sono tanto drastici quanto oggettivi: il numero d’iscrizioni presso gli atenei universitari è diminuito del 17%, i tagli ai finanziamenti pubblici, all’erogazione delle borse di studio son decisamente in crescita e, riguardo il taglio del corpo docenti, si è toccata la soglia del 22%.

 

Per  l’Unione Europea il nostro è un paese indietro verso l’obiettivo che prevede il 40% di laureati fra i 30 – 40 anni: siamo fermi al 20%. In più, la disoccupazione giovanile  è una piaga sempre più incresciosa, dato che un giovane su quattro non lavora e non segue nemmeno un corso di formazione professionale.

 

L’Università Iulm, come affermato dal suo Rettore il professor Giovanni Puglisi, è in prima linea per far fronte all’attuale emergenza lavorativa. Infatti secondo quanto riportato nel Rapporto Alma Laurea 2013, gli studenti Iulm laureati sono fra i più facilitati all’ingresso  del mondo del lavoro. Si calcola che gli studenti  con laurea triennale, a un anno dal conseguimento della laurea, raggiungono il 51,3% di condizione occupazionale, mentre coloro che hanno conseguito la laurea magistrale costituiscono il 78,4 % sul 59 % della media nazionale.

 

L’Aeneo, inoltre, ha introdotto la possibilità di consentire agli studenti che non superano i 15.000 € di reddito l’annuo di poter accedere ai corsi di laurea di I e II livello a un prezzo agevolato, compreso fra i 1.800 e i 2.500 €, con una votazione di Maturità di minimo 75/100. In aggiunta, per l’anno a seguire, vi saranno premi di studio per una valore di 2.500 € ciascuno per i due migliori laureati in ognuno dei corsi di laurea Magistrale.

 

Anche nel settore della ricerca, specialmente per quanto attiene i tre macro ambiti formativi dell’Università Iulm (lingue straniere, comunicazione e valorizzazione dei beni turistici – artistici – culturali), come ribadito dallo stesso Rettore Giovanni Puglisi, il merito è stato non solo quello d’investire in essi ma, al tempo stesso, quello di adeguarsi alle mutevoli esigenze dei tempi nel seguire questa politica d’investimento.

 

Lo Iulm, nato nel 1968 storicamente come Istituto Universitario di Lingue Moderne, punta a offrire nuove possibilità lavorative per i suoi laureati, contando sull’istituzione della nuova Facoltà di Arti, turismo e mercati articolata in:

– 2 Corsi di Laurea Triennale (Arti, design e spettacolo – Turismo: cultura e sviluppo dei territori)

– 2 Corsi di Laurea Magistrale (Arti, patrimoni e mercati – Sistemi turistici: gestione dei patrimoni e sostenibilità)

 

Gli sbocchi professionali offerti dalla facoltà, presieduta dal professor Angelo Turco, sono per quanto attiene i Corsi di Laurea Triennale:

– Arti, Design e spettacolo: lavorare come operatori nella produzione, consulenti markenting e nell’organizzazione/distribuzione  degli eventi e/o prodotti artistici

– Turismo: cultura e sviluppo dei territori: lavorare come addetti marketing e tour operator, promotori di località turistiche ed esperti di gestione alberghiera

Per quanto concerne, invece, i Corsi di Laurea Magistrale:

– Arti, patrimoni e mercati: grazie alla collaborazione fra Iulm e Triennale di Milano, sarà possibile avere accesso alla produzione, organizzazione e distribuzione degli eventi artistici, all’attività di management e marketing di attività culturali, e di maturare nell’ambito del mondo editoriale

– Sistemi turistici e sviluppo: gestione dei patrimoni e sostenibilità: diventare manager e dirigenti presso aziende dedite al settore turistico e, al tempo stesso, esperti nel progettare ed ideare prodotti turistici volti alla valorizzazione del territorio

 

A partire dall’Anno Accademico 2013/2014, sarà inoltre attivo anche il nuovo Corso di Laurea Magistrale in Studi culturali e relazioni internazionali. Cooperazione e Professioni per l’Europa. Si tratta di un nuovo percorso di collaborazione che vede come partner dell’Università Iulm l’Istituto di Studi di Politica Internazionale (ISPI ), per consentire ai futuri laureati un approccio analitico e sociologico nell’operare in contesti culturali e valoriali differenti l’uno dall’altro.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Uscire dall’euro e tornare alla lira: le conseguenze tra inflazione, esportazioni, debito pubblico e stipendi

Referendum contro l’Euro: analisi dettagliata della situazione in Italia, Francia, Grecia, Germania e Inghilterra

Debito pubblico italiano, deficit, Pil, spread, mutui e rapporti tra loro: definizioni, analisi, esempi

Rating cos’è? Agenzie di rating cosa sono? Quando sono nate? Come si forma un rating?

Cartelle Equitalia: cosa sono, quando bisogna pagarle, tutte le scadenze

Equitalia, da chi è diretta, quanto guadagna, a chi vanno i soldi, qual è l’interesse sulle somme da riscuotere, tutte le info

Ugo Grassi

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here