Luxol Occhialeria, quando l’eccellenza passa anche dalle relazioni umane. Il ringraziamento di un lettore

Luxol occhialeriaDi seguito la mail di ringraziamento, riportata integralmente, inviata da un lettore che ha voluto condividere l’esperienza di grande soddisfazione avuta con un’azienda fiore all’occhiello del Made in Italy: la Luxol. Nata nel 1969, l’azienda vanta una fortissima esperienza nella produzione di montature per occhiali, e riserva un’attenzione speciale per “promuovere il valore delle relazioni umane e dei principi etici”, come si legge anche nelle linee orientative del . Fatti, e non solo parole, come confermato da quanto segue:

 

“Gent.le Redazione,

vi scrivo queste righe perché mi sento in obbligo di condividere la mia esperienza con la Luxol, questa azienda tutta Italiana, con la I maiuscola.

Qualche tempo fa mi sono fatto fare il classico paio di occhiali per poter guidare l’auto comodamente, al fine di evitare di “interpretare” i cartelli stradali, ma vederli con la giusta chiarezza. Difatti, soffro di una leggera miopia (meno di 1 grado) e questo mi fa leggere male alcune indicazioni; siccome amo la sicurezza ai massimi livelli, preferisco investire la maggior cautela fin da subito, per il bene dei miei cari e per evitare di costituire un problema per gli altri.

 

Dopo qualche tempo, causa nuovo arrivato in casa (un gatto molto giocoso), un’asta del mio nuovo e fiammante paio di occhiali si è rotta. Mi dissi: “poco male, torno dall’ottico e la faccio sostituire”. Tuttavia così, purtroppo, non è stato: l’ottico in questione, purtroppo, aveva chiuso l’attività a causa della crisi, lasciandomi con la mia stanghetta rotta e nessuna soluzione.

Recatomi presso diversi punti vendita di ottica, a Milano e dintorni, mi sono accorto che i prezzi per ripristinare il danno erano molto vicini all’acquisto di un nuovo paio di occhiali. E mi sono domandato: “ Possibile che un’asta costi quasi come un’intera montatura?”.

Preso dallo sconforto mi sono rassegnato ad usare il vecchio paio di occhiali, arrangiandomi con un pezzetto di nastro isolante e cercando di mettere insieme i due monconi il meglio possibile.

Le cose sono andate così per un po’, finché un giorno, mosso da nuova intraprendenza, ho iniziato a cercare, questa volta in Rete, l’azienda produttrice della montatura, non senza incontrare qualche difficoltà. Le scritte della marca, infatti, erano state quasi del tutto cancellate a causa dell’azione del mio “micio” e, il marchio sull’asta, riportava solo la linea degli occhiali, e non il nome dell’azienda di riferimento.

 

Senza perdermi d’animo, ho cercato una serie di parole vicine a quella che mi sembrava la marca corretta, fino ad arrivare, finalmente, all’azienda produttrice: la LUXOL.

Pieno di fiducia ho iniziato a sfogliare il loro sito ma, con mio grande rammarico, ho appreso che la mia montatura non era più in produzione. Ho insistito… ho scritto una mail dicendomi che, al limite, mi avrebbero risposto  non c’erano  ricambi disponibili, cosa che mi avrebbe condotto ad un obbligato, ormai, acquisto di un nuovo paio di occhiali.

Con mia incredibile soddisfazione, l’azienda ha risposto alla mia mail dandomi ben altra risposta rispetto a quella paventata, ed è stata così cortese da inviarmi per posta la bacchetta di ricambio per il mio paio di occhiali. Il tutto GRATIS, senza nemmeno le spese di spedizione a mio carico.

 

Con queste poche righe ho voluto condividere la mia gratificante esperienza, che ha riposto in me ancor più fiducia nel Made in Italy e in tutto quel tessuto industriale sano, robusto ed onesto che ancora, fortunatamente, esiste. Grazie per l’attenzione,

Claudio A.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here