Approvati municipi Milano e addio alle Zone, cosa sono, funzioni, costi e info sulle nuove strutture

Approvata dalla Giunta la riforma del decentramento; ecco cosa potranno fare i nuovi Municipi

palazzo MarinoIl Consiglio comunale ha approvato con 25 voti favorevoli, 2 contrari e 13 astenuti la delibera relativa al Regolamento dei Municipi, che attribuisce funzioni fondamentali per l’organizzazione e l’azione dei nuovi Municipi.
LA STRUTTURA DEI MUNICIPI – Le nuove amministrazioni territoriali avranno:
– un “sindaco”,
– il presidente di municipio,
– una giunta composta al massimo da 3 assessori,
– una camera di 30 eletti,
– il consiglio municipale, con un presidente e un vicepresidente e che funzionerà anche con 6 commissioni consiliari.
LE FUNZIONI – “Ai Municipi vengono assegnate risorse umane, finanziarie e strumentali – ha comunicato Palazzo Marino in una nota –, e viene stabilita la loro partecipazione alla formazione dei documenti programmatori e contabili del Comune”.
I GETTONI PER I CONSIGLIERI – Per i Consiglieri Municipali il gettone di presenza per l’effettiva partecipazione alle sedute di Consiglio Municipale e delle Commissioni Consiliari Municipali rimane invariato e per un numero massimo retribuibile di 11 gettoni al mese.
INDENNITÀ MENSILI – Per il Presidente di Municipio è prevista un’indennità mensile pari al 60% dell’indennità dell’Assessore Comunale.
– Per il Presidente del Consiglio di Municipio è stabilita, altresì, un’indennità mensile pari al 30% dell’indennità mensile del Presidente di Municipio.
– Per gli Assessori Municipali è prevista un’indennità mensile pari al 40% dell’indennità mensile riconosciuta al Presidente di Municipio.
– Sommando tutti i gettoni e le nuove indennità, non solo non vi sarà un aggravio di spesa pubblica, ma si realizzerà fin dal primo anno un risparmio per le casse comunali di oltre 200.000 euro annui.
L’OSSERVATORIO SULLE MUNICIPALITÀ – È stato istituito anche l’Osservatorio sulle Municipalità, che avrà lo scopo di sovrintendere al processo di attuazione del decentramento amministrativo, formulare proposte per la soluzione di eventuali difficoltà interpretative o applicative riscontrate nella prima fase di applicazione del Regolamento, e individuare nuove funzioni da attribuire o delegare ai Municipi nella prospettiva di un’ulteriore implementazione della loro autonomia.
LA CONFERENZA PERMANENTE – È stata introdotta anche la Conferenza Permanente dei Presidenti dei Municipi quale organo fondamentale di iniziativa e organo consultivo del Sindaco, della Giunta e del Consiglio Comunale nelle materie indicate nel Regolamento e che riguardano i servizi alla persona, i servizi demografici, educativi, culturali e sportivi.
– Altre materie sono la gestione e la manutenzione del patrimonio comunale, l’edilizia, il verde pubblico e l’arredo urbano, la sicurezza e la viabilità, le attività commerciali e l’artigianato, l’informazione e la comunicazione con i cittadini, il controllo della qualità e dell’efficacia dell’azione amministrativa e le funzioni consultive nell’iter di formazione dei principali provvedimenti del Comune.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here