L’importanza dell’inglese nel mondo del lavoro

Le statistiche lo confermano: conoscere la lingua inglese favorisce in maniera esponenziale le possibilità di trovare un lavoro stabile e ben retribuito. Purtroppo, però, l'Italia ricopre gli ultimi posti nella classifica dei Paesi Europei che parlano inglese

bandiera-ingleseL’inglese è la lingua più sfruttata nel mondo del lavoro e della comunicazione internazionale. Nonostante questa consapevolezza, gli italiani continuano a non sapere l’inglese. La Commissione Europea ha reso noti gli studi effettuati da Eurostat e da altri uffici statistici e la prospettiva italiana, in materia di conoscenza della lingua inglese, non risulta molto positiva. Dai risultati, infatti, è nata una classifica dei Paesi che conoscono l’inglese e l’Italia è in penultima posizione, a seguirla soltanto la Francia. Danimarca, Svezia e Olanda, invece, ricoprono le tre postazioni del podio.

In un Paese in cui la disoccupazione giovanile è al 38% conoscere o non conoscere l’inglese fa decisamente la differenza. Il 23% dei colloqui di lavoro con esito negativo non sono andati a buon fine proprio a causa del basso livello di conoscenza dell’inglese. Sia che si cerchi lavoro in Italia sia che si cerchi all’estero l’inglese è fondamentale.

Se questi dati non risultano abbastanza motivazionali per prendere lezioni di inglese a Milano, forse potrebbe esserlo l’osservazione che François Grin riporta nel suo English and Economic Value. Dagli studi del professor Grin è emerso che conoscere l’inglese, oltre ad aumentare le probabilità di trovare un impiego stabile, ha un notevole ritorno economico. In Svizzera, infatti, gli anglofoni guadagnano mediamente il 18% in più di chi non conosce la lingua. Oltre a essere estremamente importante per lavorare, l’inglese è la lingua della comunicazione in rete per eccellenza. Può sembrare scontato, ma tra i requisiti indispensabili ricercati dagli addetti alle Risorse Umane troviamo, proprio, la capacità di rimanere aggiornati, la voglia di scoprire e di apprendere costantemente. Non sapere l’inglese, di conseguenza, ostacola la possibilità di avere accesso a informazioni essenzialmente infinite, a disposizione di tutti grazie al vasto mondo del Web.

La consapevolezza in merito all’importanza dell’inglese, sia nel lavoro come nella vita privata, inizia a farsi strada in Italia. Sono sempre di più gli italiani che decidono di frequentare le migliori scuole d’inglese a Milano per poter migliorare il proprio livello di conoscenza della lingua. Solo il 7% della popolazione italiana possiede un livello d’inglese avanzato, il 46% è a un livello intermedio, ma il 47% è ancora principiante.  Trovare una scuola d’inglese che sappia consolidare le conoscenze della lingua e che stimoli a farla propria è un passo importante, ma difficile allo stesso tempo. Considerata la vastità dell’offerta, compiere la giusta scelta potrebbe rilevarsi un passo decisivo per il proprio successo professionale. Si tratta di un vero e proprio investimento economico per il proprio futuro, che procurerà numerosi benefici sia per chi ha già un lavoro stabile sia per chi lo sta cercando. Per imparare l’inglese in maniera impeccabile la pratica è sicuramente fondamentale. Tra le scuole d’inglese a Milano, la Wall Street English, oltre a garantire corsi d’inglese per tutti i livelli, regala un viaggio di andata e ritorno per due persone, in una delle principali città Europee. Grazie a questa opportunità dà quindi ai corsisti modo di mettere subito alla prova le conoscenze acquisite, migliorandole al contempo grazie alla pratica diretta nel parlato con persone di Paesi stranieri. Si sa che questo è il modo migliore per acquisire e consolidare le capacità linguistiche individuali la cui base è stata acquisita durante il corso di inglese a Milano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here