Nuovi professioni: l’infermiere e l’ostetrica forense

Cosa sono, quali conoscenze comportano, quali sono i master esistenti; di seguito tutte le informazioni utili

Oltre alle tradizionali figure dell’infermiere o dell’ostetrica, in questi ultimi anni sono state riconosciute in Italia anche delle nuove figure professionali dedicate all’infermeria e all’ostetrica forense. Queste nuove professioni, non sono legate solo alla biologia umana o all’applicazione di conoscenze medico scientifiche, ma anche alla conoscenza della legge e di tutti i protocolli legali che sussistono a livello internazionale.

Soprattutto nelle professioni mediche, orma le implicazioni legali sono tantissime, per questo motivo chiunque opera nel settore necessita di una formazione anche nell’ambito della giurisprudenza.

Infermiera forense: una nuova figura professionale

L’infermiere forense non è una figura così innovativa nel resto del mondo. Questa professione, infatti, nasce negli Stati Uniti già nel 1983, quando venne fondata la prima associazione per gli infermieri forensi americani, che sin dall’allora si occupa delle questioni legali in campo infermieristico. Questa nuova figura professionale è presente in Italia dal 2005, in merito a ciò nel tempo sono nati anche specifici master che potessero formare al meglio gli infermieri forensi italiani.

Le conoscenze che deve avere questo professionista sono molte, infatti durante il master dedicato, l’infermiere forense acquisisce varie competenze tecniche come:

  • responsabilità professionale
  • definire la responsabilità civile, penale, deontologica, amministrativa e disciplinare
  • definizione dei procedimenti penali e civili
  • definire il ruolo e le attività del perito
  • analisi del sistema giuridico
  • analisi della legislazione e del soggetto giuridico.

Tutte queste competenze, devono obbligatoriamente essere assunte tramite lo studio approfondito della materia, per questo motivo diversi atenei milanesi hanno voluto indire dei master con uno specifico indirizzo nel campo forense e legale, per infermieri e ostetrici.

Ostetrica Forense: cos’è?

L’ostetricia forense è un’altra specializzazione molto importante nel campo medico sanitario. Oggi, bisogna per forza prendere in considerazione anche le varie dinamiche legali che possono intercorrere anche nel settore ostetrico. A differenza dell’infermiere forense, l’ostetrica forense opera principalmente in determinati settori come:

  • scene del crimine
  • assistenza delle vittime
  • assistenza del sex offender
  • relazione tecniche
  • aspetti sanitari di rilievo durante i processi
  • responsabilità professionale.

Obiettivi dei master per le nuove professioni d’infermiere e ostetrica forense

I master organizzati per le nuove professioni d’infermiere e ostetrica forense, sono improntati principalmente sulla formazione di queste nuove figure. Seguendo uno di questi master si può riuscire a svolgere realmente un ruolo di supporto all’interno degli ospedali e nelle cliniche.

Queste figure professionali possono lavorare infatti sia nel settore privato che nel settore pubblico. La loro funzione è molto importante per diversi fattori come ad esempio: la valutazione dei rischi clinici, e l’intervento nel caso in cui si debbano affrontare delle cause giudiziarie in ambito medico-legale.

L’ostetrica e l’infermiere legale, possono lavorare anche a stretto contatto con altri professionisti del settore, sia giuridico che medico. Infatti, spesso l’ostetrica legale collabora con le forze di polizia nelle indagini dei casi di violenza sessuale, o l’infermiere pediatrico legale può intervenire in casi di violenza sui minori. Infine, spesso si può instaurare una collaborazione anche con i medici legali. Scegliere un master in questi settori è sicuramente un vantaggio per chi ha scelto queste professioni, perché permette di specializzarsi e di ottenere più possibilità nel mondo del lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here