Londra, anche nel 2018 è uno dei viaggi più amati dai milanesi

Grande disponibilità di voli, orari e giorni di viaggio, nonché la possibilità di un prezzo molto spesso più economico di quanto può offrire un volo nazionale

Cambiano i tempi, le mode e – complice la Brexit – anche le prospettive di vita per gli stranieri che si trovano in suolo inglese. Tuttavia, nonostante tale dinamica evoluzione dei rapporti con l’Oltre Manica, Londra si conferma pur sempre una delle mete più amate dai milanesi, che difficilmente rinunciano all’ipotesi di pianificare un bel weekend (o più) in una delle capitali più vibranti e movimentate del globo.
A conferma di quanto sopra sono peraltro giunte le ultime statistiche di diversi studi indipendenti cui prendiamo spunto, secondo cui Londra sarebbe ancora al primo posto tra le preferenze di tutti i milanesi (ma il primato è valido anche per il resto della Penisola) che stanno cercando di pianificare un viaggio all’estero, con la capitale inglese che precede Barcellona, Amsterdam e Parigi in questa speciale classifica delle mete più amate.
Di qui, è facile compiere il viaggio successivo, e comprendere per quale motivo Londra sia così saldamente in testa alle aspettative di volo internazionale dei milanesi. Per averne consapevolezza sia infatti sufficiente dare uno sguardo alle statistiche sulle mete più economiche da raggiungere: in media i biglietti Londra possono essere acquistati a un prezzo inferiore ai 140 euro e, dunque, grazie alla crescente concorrenza esercitata dai vettori low cost, è oggi possibile giungere alla metropoli con un prezzo estremamente competitivo, e molto spesso più economico di quanto potrebbe offrire un volo nazionale.
Anche se Londra non è la città più economica da raggiungere con un volo internazionale (la metropoli britannica è preceduta da Praga, tra le altre), è anche vero che tale relativa economicità va ben a integrarsi con la disponibilità di un ampio numero di voli, in grado di accontentare anche esigenze piuttosto mutevoli e flessibili.
Proprio la grande disponibilità di voli, orari e giorni di viaggio, permette inoltre di strutturare con particolare elasticità il proprio viaggio londinese. Se dunque da Milano moltissimi turisti partono per un weekend o per un ponte breve, è anche vero che la durata più gettonata è stata quella di una settimana. Dunque, sia turisti “mordi e fuggi” che turisti con minore fretta di ripartire, sembrano poter caratterizzare il flusso turistico che dal capoluogo lombardo va verso Londra.
E per il 2018? Difficile fare previsioni troppo puntuali sull’evoluzione del traffico turistico tra la Lombardia e Londra. Quel che però sembra esser relativamente certa è la salda presenza di Londra tra le mete più “prenotate” dei primi mesi dell’anno: un buon viatico che fa ben sperare per una positiva evoluzione anche nella restante parte dell’esercizio. Insomma, almeno sotto questo profilo di analisi, la Brexit non dovrebbe essere elemento di preoccupazione per gli operatori turistici. Il rapporto che lega saldamente Londra a Milano non dovrebbe sfaldarsi nei prossimi mesi, e dovrebbe anzi rafforzarsi ulteriormente.
E voi che ne pensate? State progettando un nuovo viaggio verso la capitale inglese? Avete già individuato un volo conveniente che possa fare al caso vostro per allietare la vostra primavera o la vostra estate?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here