Operazione bacio: le tecniche più spettacolari

C’è chi dice che la persona giusta si riconosca da un unico bacio e, stando alle fonti “classiche”, Biancaneve e la Bella Addormentata non se la sono cavata affatto male. Ma nel mondo reale?

.

C’è sempre qualche inossidabile romanticona alla ricerca del Principe Azzurro e, di sicuro, non smetterà di ossessionarsi neanche quando la sua migliore amica le spiegherà che il caro Principino non è che il falso storico più famoso di tutti i tempi. Tra l’altro: siamo davvero sicure che troveremmo irresistibile un uomo tutto preso a vagolare su un cavallo bianco, munito di  calzoni celesti e boccoloni biondi?!

.

Tuttavia, in virtù dell’incrollabile speranza che avviluppa come un’alga ogni cuore solitario, cerchiamo di fare un po’ d’ordine nell’attuale panorama dei baci e, per non trovarci impreparate al fatidico momento, proviamo ad impararne almeno 3 varianti.

.

Bacio a ventosa: ideale per labbra particolarmente canottate, consiste nel  “catturare” la bocca del partner con effetto aspira-tutto e, se noi rimarremo timidamente paralizzate, Lui cercherà di risucchierci anche le tonsille.

.

Bacio ad altalena: consiste nell’alternare il contatto con i bordi interni ed esterni delle labbra del partner, andando su e giù come se si fosse in altalena. Indubbiamente molto piacevole, è tuttavia sconsigliato per chi soffre di mal d’aria: al primo conato sarà inevitabile correre a spararsi un alkaseltzer dentro una mezza di acqua minerale.

.

Bacio col soffio: no, non è una nuova terapia per cardiopatici, bensì una tecnica estremamente precisa. La felice coppietta si guarderà intensamente negli occhi, soffierà uno sulle labbra dell’altra provocando il famoso “brividone” e, soltanto dopo, arriverà al bacio. Eccitante e romantico allo stesso tempo richiede (per favore!!) un regime alimentare rigorosamente privo di cipolle & alimenti mefitici affini… poiché un bacio deve rimanere sempre un apostro rosa tra le parole ti Amo!

.

“CODICE DEL BASTARDO”, acquista la tua copia a 2,99 € – Lusinghe mercenarie, frasi fantoccio, risate serpentesche… come fanno, le donne, a districarsi dai trucchi utilizzati da un uomo, anzi, dai Bastardi, per “raggiungere i propri scopi”? Un prezioso aiuto viene dal “Codice del Bastardo”, una raccolta breve e tragicamente verace che riunisce tutte le tecniche “bastarde” a causa delle quali, almeno una volta, le donne di tutto il mondo si sono trovate con il cuore ridotto ad un filappero di alga Guam. Le velocità del cervello del Bastardo, infatti, sono solo 3: ‘ante coitum’ (= devo trovare il modo di portarmela a letto), ‘post coitum’ (= prima sparisco facendola andare fuori di senno, poi ritorno per ri-portarmela a letto) e ‘inter coitus’ (= prima di ri-portarmi a letto lei, devo trovare il modo di portarmi a letto anche sua cugina, sua sorella e la sua migliore amica). L’importante, quindi, è scoprire quale sia il codice segreto usato dai Bastardi e impararne ogni “articolo”, come se si trattasse di un vero e proprio Codice di Legge. Venire a conoscenza di tutte le sue mosse, dunque, renderà molto semplice difendersi e…. vendicarsi: perché se è vero che non tutti gli uomini sono bastardi, è innegabile che tutti Bastardi sono uomini. Per ulteriori dettagli e acquisto, CLICCA QUI

.

Leggi anche:

San Valentino: gli uomini che una donna non vorrebbe MAI incontrare

Sexy toys San Valentino, i modelli più originali per un piacere assicurato

Diciamolo con i fiori

Coppie in crisi? Risvegliate la sensualità con il body sushi!

Amore mi porti a ballare?

Perché ci innamoriamo?

Cos’è l’Amore? Fenomenologia semiseria del più grande mistero della Vita

 

V.P.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here