Jim Carrey e Ewan McGregor in “Colpo di Fulmine – Il genio della truffa”. Ma a noi questo film “CI” piace?

Il debutto nelle sale italiane è avvenuto una settimana fa, raggiungendo un onorevole 5 posto nelle pellicole più viste del weekend.

 

 


LA TRAMA – Steven Russel (Jim Carrey), scopre da bambino di essere stato adottato, ma la sua vita procede lo stesso su un tranquillo binario di perfezione: lavora in polizia, suona l’organo della chiesa, ha una moglie devota e una bimba amorevole. Poi una sera un incidente quasi mortale, e la grande decisione: fare outing. E confessare  tutto il mondo di essere gay. Da qui tutto un susseguirsi di truffe per mantenere una costosissima vita “gaia”, e l’inevitabile alternarsi di arresti & detenzioni. Finché… Steven incontra l’etereo detenuto Phillip Morris (Ewan McGregor), e tra loro scatta l’amore assoluto. A questo punto, allo sfondo di truffe & arresti si aggiungono anche le fantasiosissime evasioni dal carcere. Il finale? Quello è davvero a sorpresa. Multipla.

 

CI PIACE PERCHE’ – Jim Carrey è un doppio misto tra eccessi e disperazione umana: vulcanico nel susseguirsi di Rolex,  camicie di Versace e micro-cani alla Paris Hilton, e commovente nell’eterno dilemma “Chi sono io veramente?”.

 

NON CI PIACE PERCHE’ – Peccato la stoccata politica nella chiosa finale.

 

CURIOSITA’ – Preceduto da illustri predecessori quali, ad esempio, I segreti di Brokeback Mountain, “Colpo di Fulmine” ha suscitato non poche polemiche a causa della relazione omosessuale dei 2 protagonisti. E se proprio sull’amore omosex è stato incentrato il punto di vista americano (il titolo originale della pellicola è “I love you Phillip Morris”), più moderata invece la veicolazione europea, che ha scelto di mettere in luce il lato “avventuroso” della questione, traducendo il titolo in “Colpo di fulmine – Il genio della truffa”.

 

Per tutti i curiosi, qui il trailer originale, e qui invece il trailer in versione europea.

 

Di Redazione