Sabato 27 marzo è la giornata mondiale del teatro

Quella del 27 marzo prossimo sarà una giornata speciale, dedicata a richiamare l’attenzione e l’interesse del pubblico, in particolare di quello giovanile e di coloro che non frequentano abitualmente i teatri, per far scoprire o riscoprire lo spettacolo dal vivo, promuovere la conoscenza e la pratica delle Arti della Scena ed incoraggiare gli scambi internazionali.

 

Una giornata a sorpresa, dove in ogni teatro o magari in ogni piazza potrà ripetersi il magico incontro di un attore che recita ed uno spettatore che ascolta, una magia che tutti dovrebbero provare almeno una volta nella vita.

 

TRA LE INIZIATIVE – Tra le iniziative promosse sono comprese l’esposizione del manifesto nazionale nei teatri e nelle scuole, la diffusione dello spot promozionale della manifestazione, con i ragazzi dell’Accademia d’Arte Drammatica Silvio D’Amico, trasmesso sulle reti Rai dal 15 al 30 marzo ed un filmato realizzato da Rai3 per ricordare i grandi attori del passato, la presenza di testimonial teatrali nelle più seguite trasmissioni televisive, uno spot per la radio, visite guidate dietro le quinte e recite con biglietti di favore. Numerosissime su tutto il territorio nazionale le iniziative coordinate dal Ministero dell’Istruzione che vedono la partecipazione di tutte le istituzioni scolastiche italiane grazie anche alla coincidenza della Giornata Mondiale del Teatro con la Giornata dell’Arte e della Creatività Studentesca. Eventi specifici sono previsti nelle Città di Verona, Roma e Napoli Nisida I.P.M. con varie performance teatrali. Importante anche la partecipazione all’iniziativa del Ministero degli Affari Esteri che, ospiterà presso gli Istituti Italiani di cultura di Londra, Parigi e New York incontri con Claudia Cardinale, Maurizio Scaparro, Giorgio Albertazzi, Anna Proclemer e Antonia Brancati. Inoltre, è previsto per il 27 marzo un messaggio per il Teatro da parte del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che più volte ha manifestato il suo amore per la scena e che sarà letto in ogni teatro d’Italia prima della rappresentazione.

 

LE ISTITUZIONI – Alle iniziative varate per la Giornata hanno partecipato istituzioni pubbliche e private, come il Comune di Roma, la Rai, l’Agis (Associazione Generale dello Spettacolo, l’Eti (Ente Teatrale Italiano), l’Agita (Associazione per la promozione teatrale nella scuola), la Fita (Federazione italiana del Teatro degli Amatori) e molti altri.

Tra i numerosi Comuni che hanno aderito, Firenze, Roma, Venezia, Milano, Napoli, Torino e Palermo, ognuno organizzando con attività autogestite.

Ampio il coinvolgimento di Poste italiane che ha predisposto per l’anno in corso l’annullo filatelico e le cartoline con l’immagine del manifesto ed il francobollo celebrativo per il 2011 ed installato 100 postazioni in altrettanti teatri per un annullo postale. Alitalia e Ferrovie dello Stato distribuiranno nelle sale Freccia Alata Italiane, a bordo degli aerei e nei Freccia club depliant e materiale informativo sull’evento, proietteranno lo spot promozionale ed il filmato Rai nelle sale suddette ed i comandanti degli aerei annunceranno ai passeggeri l’evento il 27 marzo.

 

TEMI E FINALITA’ – Temi, finalità e iniziative della Giornata sono stati illustrati il 16 marzo in una conferenza stampa a Palazzo Chigi con i Sottosegretari Gianni Letta, presidente del Comitato Scientifico Organizzatore della Giornata, e Paolo Bonaiuti, alla quale hanno partecipato il Sottosegretario per i beni e le attività culturali, Francesco Giro, il Capo del Dipartimento per l’Istruzione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca scientifica, dott. Giuseppe Cosentino, il presidente della Rai, dott. Paolo Garimberti, il presidente di Poste Italiane, Giovanni Ialongo, l’amministratore delegato di Alitalia, Rocco Sabelli, l’amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti ed i componenti il Comitato Organizzatore della Giornata: Salvo Nastasi, capo di gabinetto del Ministero per i Beni Culturali e Ambientali, Giuseppe Ferrazza, presidente dell’ETI, Alberto Francesconi, presidente dell’Agis, Maurizio Costanzo, Maurizio Scaparro, Mariano Anagni, Sergio Escobar, Maurizio Giammusso, Pino Pietrolucci.

 

Sui siti internet www.governo.it, www.beniculturali.it, www.istruzione.it si troveranno tutte le informazioni e i dossier di approfondimento e sarà possibile vedere e scaricare i filmati realizzati.

                                                                                            Di Redazione