Aggredisce la convivente e poi si suicida Briosco, gravissima mamma di due bambini

L’ha colpita con una mazza da muratore riducendola in fin di vita, poi si è suicidato gettandosi da un ponte; la coppia aveva due figli

Ambulanza_in_chiamataL’aggressione è avvenuta nella notte tra mercoledì 20 e giovedì 21 aprile 2016 a Briosco, in provincia di Monza: una donna di 39 anni è stata aggredita dal convivente a colpi di mazza, finendo ricoverata e in fin di vita in ospedale. L’uomo, dopo quanto fatto, si è invece suicidato, gettandosi da un ponte.
Secondo quanto ricostruito, l’uomo, di 44 anni, non voleva accettare che la storia con la 39enne stesse per finire.
Per la tragica aggressione, l’uomo ha utilizzato una mazza da muratore, avventandosi sulla donna che, oltre a sua convivente, era anche madre di due bambini che la coppia aveva avuto insieme.
La donna è stata trasportata, gravissima, al San Gerardo di Monza, dove dopo essere stata operata d’urgenza si trova in prognosi riservata e lotta tra la vita e la morte.
Diverso quanto accaduto, invece, all’aggressore, che fuori di sé si è gettato da un ponte, trovando la morte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here