Degrado quartiere Rogoredo Milano, la drammatica segnalazione e le foto di una lettrice

Sporcizia, spaccio, palazzi abbandonati che diventano rifugio per sbandati e grande mancanza di sicurezza per i residenti; continuate a scriverci a redazione@cronacamilano.it

Degrado Rogoredo Milano 2016-3Di seguito la segnalazione inviata alla nostra Redazione (redazione@cronacamilano.it) da una residente del quartiere Rogoredo, nella Zona 4 di Milano. La cittadina invia foto e descrive una situazione drammatica in quanto a degrado, spiegando come rivolgersi alle fonti istituzionali abbia portato solo un “rimpallo” da ufficio a ufficio, senza alcun intervento e, purtroppo, con la permanenza indefessa delle problematiche che rendono la vita, in zona, estremamente insicura e difficile. Nel dettaglio:
L’INVASIONE DEI RATTI – Nella zona dove da quasi un anno, purtroppo, mi sono trasferita, via Lacaita/ piazza Mistral in Zona 4 a Milano, quartiere Rogoredo – inizia a spiegare la signora F.V. –, da diverso tempo ci ritroviamo invasi da molti ratti.
– “Oltre alle aree dive hanno luogo i box, dove le trappole sono inefficaci – prosegue la cittadina –, ci sono anche giardini, un asilo nido e altri spazi che stanno diventando inaccessibili a causa dei ratti, che scorrazzano indisturbati e incuranti delle persone che transitano. Addirittura durante le ore del giorno se ne vedono gruppi di 3 o 4 alla volta.
I PALAZZI ABBANDONATI, INAVVICINABILI RIFUGI DI SBANDATI – “La zona è già degradata – prosegue la nostra lettrice – anche a causa di alcuni stabili diroccati e abbandonati da decenni, diventati rifugio abituale di tossicodipendenti ed extracomunitari, che spacciano, sporcano ed espletano i loro bisogni per strada.
L’ACCATTONAGGIO MOLESTO – “A questo – specifica ancora F.V. –, si aggiunga pure la marea di rom che a ogni angolo di strada o in prossimità dei semafori importunano in continuazione con richieste di soldi.
IL PARCO DELLE ROSE: ISOLA DELLO SPACCIO – “Per non parlare del Parco delle Rose – ci racconta ancora la residente –, immenso polmone verde dove non ci si può più avventurare nemmeno di giorno, perché è diventato la nuova isola dello spaccio e altro.
ANCHE I “CAMPEGGIATORI ABUSIVI” – “A quanto sopra – sottolinea la cittadina –, aggiungo che ultimamente abbiamo anche alcuni ‘campeggiatori abusivi’ che, come potete verificare nell’ultima foto allegata, si accampano indisturbati nelle aree abbandonate che si trovano tra la stazione di Rogoredo e il condominio accanto.
IL RIMPALLO DEGLI INTERVENTI… E NESSUNO FA NIENTE – “Ho chiamato i Carabinieri – prosegue la signora F.V. –, che mi hanno rimpallata dicendomi di rivolgermi alla Polizia, che mi ha rimpallata a sua volta dicendomi di rivolgermi ai Vigili… chiaramente non è intervenuto nessuno, addirittura nel corso dell’ultima telefonata rifatta ai Carabinieri, mi sono sentita rispondere che essendo stata occupata un’area privata avrei dovuto informare l’amministratore di condominio.
“E QUESTA SAREBBE LA CITTÀ DEL FUTURO?“ – “Una domanda mi sorge spontanea – osserva ancora la residente –: ma se mi entrasse un ladro in casa, visto che si tratta di un’area privata, chi dovrei chiamare? Le forze dell’ordine o l’amministratore di condominio?? E questa sarebbe Milano ‘la città del futuro’????
“È EVIDENTE CHE DELLE PERIFERIE NON INTERESSA NIENTE A NESSUNO” – “Purtroppo è evidente che le periferie delle grandi città non interessano nessuno – constata F.V.–, al di fuori dei cittadini che le abitano, e devono subire l’indifferenza generale.
INTANTO, LE VISITE ELETTORALI NON MANCANO – “Aggiungo che ieri (22 maggio 2016, ndr), poiché interpellato da un condomino suo conoscente, abbiamo avuto il ‘piacere’ di incontrare l’Assessore Maran – precisa la residente –, d’altronde siamo prossimi alle elezioni… quindi ogni occasione è buona per cercare consensi.
ZERO CONOSCENZA DEL TERRITORIO E TANTE PROMESSE – “L’Assessore ha dimostrato di non avere nessuna conoscenza del territorio, non solo a fronte di quanto denunciatogli e di quanto fattogli vedere, e ha chiesto a noi condomini consigli e suggerimenti sul da farsi.
– “Da farsi – conclude la nostra lettrice – che naturalmente si farà… forse… se… ecc… nei prossimi mesi…. anni… ecc. Cordiali saluti, F.V.”
Leggi anche:
Spaccio Stazione Rogoredo Milano, Esercito blocca spacciatori con dosi pronte alla vendita
Sgombero rom Milano Rogoredo – San Donato, botta e risposta tra Granelli e De Corato. E i residenti cosa dicono? Scriveteci!
Tentato stupro via Rogoredo Milano, 32enne immobilizzata alla fermata dell’autobus
Rom e ubriachi Milano Stazione Centrale e ponte Rogoredo, ennesima protesta di una milanese

2 COMMENTI

  1. Che frustazione non essere ascoltati dalle istituzioni preposte e pagate per intervenire. Dai che fra poco mandiamo a casa questa giunta che favorito e aggravato queste situazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here