Spari durante lite con vicina di casa provincia Cremona, colpi di fucile dal balcone

Neanche l’arrivo dei Carabinieri è servito a calmare l’uomo, che ha anche ferito un militare ed è finito in carcere

CarabinieriÈ successo in provincia di Cremona: una brutta lite con una vicina e, complice una quantità eccessiva di alcol, un uomo ha imbracciato un’arma e ha iniziato a sparare dal balcone. Neanche all’arrivo dei Carabinieri l’uomo si è calmato, ed è finito in manette.
Secondo quanto ricostruito, il diverbio, dovuto a motivi ancora da acclarare, è scoppiato tra un uomo italiano di 46 anni e una vicina di casa.
La situazione è precipitata e, ubriaco, l’uomo avrebbe afferrato un fucile, iniziando a sparare dal balcone della propria abitazione.
Subito chiamati i Carabinieri, neanche l’arrivo dei militari è stato sufficiente a sedare l’animo del 46enne, che si è scagliato contro le pattuglie con calci e pugni, ferendo un Carabiniere al punto da provocargli ferite guaribili in sette giorni.
Durante la perquisizione dell’appartamento, inoltre, i militari hanno trovato anche una spada detenuta illegalmente e diversi proiettili di fucile.
L’arma utilizzata per sparare, invece, anch’essa risultata essere in possesso dell’uomo illegalmente, è stata rinvenuta presso un giardinetto dietro al condominio.
Il 46enne è stato quindi arrestato con l’accusa di resistenza, lesioni a pubblico ufficiale, detenzione abusiva di armi ed esplosioni pericolose e, per disposizione del PM di Cremona, si trova al momento in carcere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here