Vera situazione case popolari e sgomberi via Pichi – via Gola Milano, mail furibonda di una lettrice

“Gli stabili a un passo da corso San Gottardo sono diventati suk a cielo aperto”, ci scrive la lettrice, e spiega che neanche chi va in ospedale è salvo dal ritrovarsi con la casa occupata

Degrado via Lattanzio Milano-6Di seguito la segnalazione inviata alla nostra Redazione (redazione@cronacamilano.it) sul degrado delle case popolari nel quartiere di via Gola/via Pichi a Milano: “Di sgomberi non se ne sono visti!”, scrive indignata una nostra lettrice. E ci racconta punto per punto la drammatica condizione in cui vivono i residenti regolari:
SGEOMBERI? QUI NON SE NE SONO VISTI! – “Buongiorno – esordisce la nostra lettrice –,mi accodo alla lettera pubblicata da una lettrice della zona San Siro (http://www.cronacamilano.it/featured/71112-i-mille-sgomberi-di-pisapia-a-milano-lettera-di-una-residente-aler-a-san-siro-ecco-la-verita.html) per confermare che di sgomberi anche in zona Emilio Gola/Mario Pichi NON se ne sono visti!
ZERO IGIENE, ZERO SICUREZZA – “È da anni che segnaliamo che mia zia, anziana, con fatica a deambulare – prosegue la cittadina – vive in un contesto disastroso.
– “E questo – aggiunge la cittadina – sia dal punto di vista igienico (dico solo che hanno messo un capretto sul balcone per marinare… e abbiamo dovuto chiamare la ASL dall’odore che c’era..!), sia di sicurezza.
LE OCCUPAZIONI ABUSIVE, ANCHE AI DANNI DI RESIDENTI MOMENTANEAMENTE IN OSPEDALE – “In questo senso – spiega ancora la lettrice – più volte abbiamo chiamato ALER, vigili, polizia per segnalare le occupazioni abusive ai danni di residenti che, ad esempio, sono stati ricoverati solo temporaneamente in ospedale.
– “E la risposta – prosegue la cittadina – era che l’ALER usciva solo se uscivano anche i carabinieri, questi che uscivano solo se chiamati dall’ALER e così via.
– “Tutto questo – spiega ancora –, mentre nel frattempo gli abusivi si accomodavano nelle nuove case e facevano figli, così sicuramente non venivano sfrattati più.
SERVIZIO “CHIAVI IN MANO” E MOBILI SGRADITI LANCIATI DALLA FINESTRA –“Aggiungo che evidentemente ‘qualcuno’ di molto vicino – dice ancora la lettrice – segnala prontamente gli appartamenti da occupare.. e pare ci sia anche un ‘servizio chiavi in mano’ perché l’appartamento abbia tutte le utenze collegate.
– “Inoltre – prosegue –, già solo entrando nel cortile, un tempo con giardinetti curati con piccoli orticelli (lo dico perché mia zia e le sue vicine un tempo lo facevano!) ora solo infestati da oggetti di qualunque tipo, lanciati dagli appartamenti occupati e che non sono di gradimento degli abusivi.
L’AMMINISTRAZIONE PISAPIA NON HA FATTO NULLA! – “Ma cosa stiamo dicendo che ha fatto l’amministrazione Pisapia!! – esclama la cittadina –. Ma che vengano a vedere in che condizioni sono stabili belli a un passo da corso San Gottardo, zona Navigli.. sono diventati suk a cielo aperto!
SI TRATTA DI EDUCAZIONE E RISPETTO, NON DI RAZZISMO – “E non si tratta di razzismo – conclude la nostra lettrice –: si tratta di educazione e di rispetto, e allora uno accetta lo straniero, ma dove da padrone diventi garzone, chiunque si irrigidisce! Grazie, da una cittadina che paga le tasse e vorrebbe vedere andare a buon fine di propri soldi!”

CONTINUATE A SCRIVERCI! – Continuate a scriverci e a inviare foto e segnalazioni sul vostro quartiere a redazione@cronacamilano.it daremo voce a tutti i cittadini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here