Grave degrado zona 9 Milano, segnalazione e richieste dettagliate dei residenti, punto per punto. Foto

degrado-4Di seguito la segnalazione inviata alla nostra Redazione (redazione@cronacamilano.it) sulla situazione di gravissimo degrado in cui verte la Zona 9 di Milano, riferendosi in particolare alle aree tra le vie Caianello e Nino Besozzi. Il nostro lettore ne fa un quadro preciso, punto per punto:
IL DEGRADO IN ZONA 9: INACCETTABILE – “Buongiorno – esordisce il nostro cittadino –, sono un cittadino milanese e vorrei mettervi a conoscenza di una situazione diventata inaccettabile nella zona in cui abito: Zona 9.
“SONO 3 ANNI CHE SCRIVO AL COMUNE DI MILANO, ALL’AMSA E ALLA POLIZIA MUNICIPALE” – “Sono 3 anni (1° e-mail 20/06/2013) che scrivo al Comune di Milano, all’AMSA e alla Polizia Municipale per segnalare la situazione di degrado in cui versano le vie Caianello e Nino Besozzi a Milano – prosegue –, ma ognuna di queste istituzioni rimbalza la palla all’altra.
SPORCIZIA, RIFIUTI, ESCREMENTI. ANCHE DAVANTI A UNA SCUOLA – “Sporcizia, alberi non curati, rifiuti abbandonati, discariche abusive, escrementi di ogni tipo, marciapiedi rotti sono la normalità – ci racconta ancora il nostro lettore.
– “Siamo proprio di fronte a un grosso polo scolastico (micronido, Scuola materna, Scuola primaria e Scuola secondaria del comune di Milano via Guicciardi) e – sottolinea –, si mette in pericolo la salute dei bambini oltre che degli adulti e anziani.
IL PARCHETTO DI VIA CAIANELLO: “NON POSSO APRIRE LE FINESTRE PER L’ODORE DI ESCREMENTI” – “Il parchetto di Via Caianello è diventato una ‘gigantesca area cani non autorizzata’ – racconta ancora il cittadino –, in cui è impossibile sostare per le varie puzze dovute a tutti gli escrementi presenti. Dalla mia abitazione è impossibile aprire le finestre a causa del forte odore di escrementi.
– “Gli alberi presenti sulla via Caianello – aggiunge – stanno invadendo il già piccolo e malconcio marciapiede in cui è impossibile non inciampare soprattutto con bambini e passeggini. Molto spesso è necessario camminare per strada per evitare erbacce, rifiuti ed escrementi, mettendo in pericolo l’incolumità delle persone.
– “Sempre in Via Caianello – prosegue –, è presente anche un’area privata che è diventata una discarica abusiva, oltre che un’area riservata a cani e male intenzionati. La recinzione è stata abbattuta in vari punti e chiunque può entrare a suo piacimento. Insomma, un’area di nessuno lasciata al degrado.
VIA NINO BESOZZI – “Stesso discorso per Via Nino Besozzi – racconta ancora il residente –, in cui si può camminare solo da una parte di marciapiede, perché l’altro lato è impraticabile, invaso da erbacce, alberi cadenti, rifiuti e discariche abusive.
LE RICHIESTE PRESENTATE DAL NOSTRO LETTORE AL CONSIGLIO DI ZONA – “Queste le richieste che ho presentato recentemente al consiglio di zona:

  1. Regolamentazione del parchetto di Via Caianello:
    – Pavimentazione strada che porta da Via Caianello a Via Nino Besozzi
    – Impianto di illuminazione adeguato
    – Panchine per la sosta dei cittadini: bambini, anziani, etc
    – Area giochi bambini
    – Chiusura notturna del parco.
    – Recinzione adeguata
    – Cestini
    – Telecamera di sorveglianza, visti i continui furti negli appartamenti
    – Se ci deve essere un’area riservata ai cani, deve essere piccola, recintata e lontana dalle abitazioni.
  1. Allargamento e rifacimento e di tutto il marciapiede di via Caianello con l’abbattimento degli alberi e delle erbacce. C’è un decreto per la misura minima dei marciapiedi (decreto del MIT n.6792/2001,).
  1. Allargamento e rifacimento e di tutto il marciapiede di via Nino Besozzi con l’abbattimento degli alberi, delle erbacce e delle discariche abusive.
  1. Maggiore controllo attraverso sistemi di videosorveglianza.
  1. Sollecitare il privato del terreno di Via Caianello a mantenere in uno stato decoroso la sua proprietà, tagliando tutte le erbacce, controllando i rifiuti e recintando in maniera adeguata tutta l’area in modo da non essere attraversabile.

MANCA ANCHE L’EDUCAZIONE CIVICA DI BASE – “Resta il fatto – sottolinea il residente – della mancanza di educazione e senso di civiltà degli abitanti e, soprattutto, dei possessori di animali, che fanno liberamente evacuare escrementi ai propri cani in mezzo alla strada o nell’area verde, che dovrebbe essere dedicata ai bambini, agli anziani, a tutti noi. Grazie per l’attenzione”.
SCRIVETECI! – Continuate a scriverci a redazione@cronacamilano.it: con massimo rispetto della privacy, daremo voce a tutte le segnalazioni sul vostro quartiere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here