Premiazioni MIFF Awards 2011 Milano, al Limelight sfilata di celebrità sul red carpet

E’ giunta a conclusione anche l’undicesima edizione del festival, nella serata MIFF Awards presso il Limelight di Milano. Vi si respira l’aria dell’evento, innestatosi intorno e dentro al mondo del cinema, della distribuzione, la tv e la moda.

 

Folto, alla sera, il capannello dei fotografi intorno al red carpet. L’attesa è bramosa di facce conosciute, profili da immortalare e cristallizzare nel tempo. Sul tappeto scorrono volti celebri e meno, inseguendo l’atmosfera magica e adrenalinica dei premi a venire. L’elenco non vale le emozioni che traspaiono dal volto degli astanti; nomi noti e meno noti si danno il cambio nel cammino verso l’ambito riconoscimento del Cavallo di Leonardo.

 

Andando con ordine, tuttavia, la giornata è cominciata con un originale incontro stampa-artisti presso il Serendepico di Piazza Castello. L’atmosfera informale e rilassata trasforma il momento in un appuntamento conviviale per godere degli ultimi momenti del festival prima della premiazione. I registi, gli attori e i presenti di lì a poco saranno tutti riuniti presso il Limelight, e nell’attesa scambiano impressioni, sorrisi e consigli professionali tra loro, lo staff e i giornalisti.

 

La sera, sul tappeto rosso si avvicendano invece, alternandosi, anche i protagonisti del mondo del cinema e della televisione nazionale, nonché gli artisti internazionali qui riuniti per la partecipazione al festival.  Al cospetto del Presidente della Provincia di Milano Guido Podestà, dopo il saluto del Presidente della Repubblica letto dal presentatore Thomas Incontri, la kermesse inizia a sciorinare i premi.

 

Piace segnalare per primo il premio alla carriera per Maurizio Totti, produttore storico della cinematografia italiana (sin dal primo “Kamikazen” di Gabriele Salvatores).

 

Subito a seguire, il miglior film e sceneggiatura sono decretati appannaggio di “Matching Jack” di Nadia Tass, commovente parabola tra infanzia e thanatos; irresistibile l’interpretazione dei protagonisti, pregevoli l’andamento e il tono del film, meno indimenticabile la parte registica tout-court. A ogni modo, un gran film.

 

Tra gli altri, divisi tra red carpet e premi, non possiamo dimenticare Piero Chiambretti, Victoria Cabello, Nina Senicar, i Fichi d’India, Francesco Montanari di “Romanzo Criminale” e Raffaello Tonon. Importante inoltre ricordare che la serata di gala risulta a sfondo benefico per la Croce Rossa Italiana.


Pregevole dunque la tenuta e della manifestazione e della nottata. Splendida la scenografia presso il Limelight, elegante e glamour al punto giusto, contrappuntata da una presentazione orchestrata al meglio. Restando solo da recuperare i film persi durante il festival, non si può far altro che augurare ancora mille e una edizioni.

 

 

Leggi anche:

Miff Awards Milano 4 – 14 maggio 2011, orari biglietti e info a cavallo tra cinema indipendente, industria e televisione

 

 

Daniele Ferriero

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here