Parole d’artista è stata inaugurata ieri sera a Palazzo Reale, con la lettura di poesie e, contemporaneamente, un lungo tessuto dipinto da Rotelli calato dalle finestre del palazzo

Marco_Nereo_RotelliDipinti, disegni, sculture e installazioni urbani si fondono con la poesia nelle opere di Marco Nereo Rotelli.

 

“Poetry Parole d’artista” è un evento dedicato all’opera artistica di Marco Nereo Rotelli sui versi dei grandi poeti contemporanei, coordinato da Vincenzo Sanfo, a cura del poeta Adonis e con la collaborazione del poeta Roberto Mussapi.

 

L’evento è pensato come un viaggio del sentimento che la poesia porta attraverso il mondocoinvolge la città di Milano in diverse sedi:

  • due mostre, alla Rotonda di via Besana e a Palazzo Reale;
  • installazioni urbane in Piazzetta Reale, in Corso Buenos Aires e in città per un totale di 150 opere dell’artista Rotelli, che presentano una delle realtà più interessanti del mondo artistico contemporaneo.

 

La mostra è stata inaugurata ieri sera, con la performance “Occupazione poetica”: i poeti Adonis, Fawzi Al Delmi, Clare Ann Matz, Maurizio Cucchi, Lucrezia Lerro, Roberto Mussapi e Antonio Riccardi hanno declmato dalle finestre di Palazzo Reale le loro poesie mentre, durante le letture, un lungo tessuto dipinto da Rotelli è stato calato dalle finestre del palazzo.

 

La ricerca artistica di Marco Nereo Rotelli è fondata sulla materializzazione della parola poetica e, più in generale, sugli scambi ed intrecci tra arte, realtà e poesia.

 

Tutto ciò per costituire un percorso complesso e ricco di intuizioni, dalle grandi installazioni luminose nelle quali proietta la luce della parola poetica, alle opere in pittura o scultura.

 

“La mostra racconta l’universo di Marco Nereo Rotelli che, con importanti progetti come Lux al Petit Palais di Parigi, il Bunker poetico alla Biennale di Venezia o il Poetry for Peace a Seoul, conduce un’ostinata ricerca ispirata ai valori della poesia e della bellezza”, spiega l’assessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory.

 

“Numerose figure di primo piano del panorama letterario, filosofico, musicale italiano,” aggiunge Finazzer Flory, “fra le quali Mario Luzi, Alda Merini, Edoardo Sanguineti, Andrea Zanzotto, Massimo Cacciari, Manlio Sgalambro e Franco Battiato, hanno preso parte negli anni alle sue sperimentazioni.

 

“E nella sfida dell’intraducibilità dei linguaggi,” conclude Finazzer, “le opere di Marco Nereo Rotelli sono il sorriso del pensiero, il rumore della tecnica, la tensione verso qualcosa che manca e che non basta mai o, nella filosofia di Pessoa, una cosa, un bicchiere, una brezza, una frase. La vita duole quanto più la si gode e quanto più la si inventa”.

 

Per scaricare il programma di tutti gli eventi (ad ingresso libero), CLICCA QUI

 

Di Redazione

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here