A' come A'rti in LibertA'

“Agire subito, agire insieme” è il motto che ha caratterizzato la Giornata Internazionale dell’Alzheimer, in cui la Federazione Alzheimer Italia invitava le Istituzioni a collaborare in modo più stretto e concreto con le associazioni Alzheimer, forti dell’esperienza diretta a contatto con i bisogni di malati e familiari, grazie alla loro esperienza diretta.


Questa è l’ottica alla base della decisione di devolvere il ricavato della seconda edizione di A’come A’rti in LibertA’ alla ricerca, in particolare con la collaborazione della Onlus ARD-Associazione per la Ricerca sulle Demenze, seguita dal prestigioso Comitato Scientifico diretto dal Professor Claudio Mariani, Primario di Neurologia dell’Ospedale Sacco e Docente in cattedra presso l’Università degli Studi di Milano.


La seconda edizione della piccola kermesse si svolge nuovamente all’interno del suggestivo Tennis Club Jolly di Novate Milanese (MI) nell’unica giornata di sabato 4 Dicembre 2010.


Il progetto nasce dal desiderio di unire varie forme espressive d’arte per un comune scopo benefico: performance teatrali (G.A.T.a.L.) e cinematografiche (Fabio&Fabio), collaborazioni importanti (CFP di Como) e presentazione di capi d’abbigliamento di prestigio, unici (Mocinha, Emma Ibba, Madame ètoile, Frigerio, Chapeau Eugénie), sculture, oggetti esclusivi (CrisArt) e illustrazioni (Nicola Bolognini) saranno al centro di un’esposizione suggestiva, ma informale.


Ulteriore omaggio alla indiscutibile poliedricità culturale è lo spettacolo Burlesque e Boylesque, in cui spicca il talento di Alan DeBevoise, unico performer italiano, nonché presentatore dell’intero evento.


Protagonisti assoluti dell’evento sono i “Liberi Artisti”, ovvero coloro che partecipano al progetto con la loro arte a titolo puramente gratuito, riconoscendosi nei valori di libertà e autonomia di espressione.


Interamente ideata da Veronica Fino, studentessa presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, grazie alla supervisione del proprio Docente di Organizzazione del Teatro e dello Spettacolo, e alla collaborazione del giornalista Alan Bazzini DeBevoise, degli addetti alle Pubbliche Relazioni Alessandro Motti e Sara El Faria, oltre a quella dello chef Diego Bonfanti, A’cil è diventata una realtà di rilievo, nonché il principio per la creazione di una Associazione Culturale senza fini di lucro omonima, che contribuisce alla promozione della cultura e si avvale della collaborazione di altre associazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here