Monaco e Oktoberfest 2013, tutte le info e gli itinerari da non perdere

birraAnche quest’anno, dal 21 settembre al 6 ottobre, Monaco di Baviera ospiterà l’Oktoberfest, la grandiosa festa della birra che richiama in città milioni di turisti. Un ricco calendario di feste, concerti, appuntamenti per bambini ed anziani, nonché un clima vivace ed allegro, molto raramente sopra le righe: tutto questo trovano ogni anno i partecipanti alla grande kermesse che saluta l’arrivo dell’autunno nella capitale della Baviera. Il fascino e la bellezza di Monaco non sono tuttavia limitati ai giorni dell’Oktoberfest.

 

Monaco è una delle grandi destinazioni turistiche in Europa, seconda in Germania per numero di turisti solo a Berlino, ma di gran lunga preferita dagli italiani che ogni anno scelgono di raggiungerla: i ponti autunnali e primaverili, i mercatini di Natale, il Capodanno, il Carnevale e la Pasqua, l’estate, Monaco sa offrire emozioni in ogni stagione. E non è solo una questione di comodità. Certo, poter scegliere tra decine di voli di breve durata (molti dei quali low cost) che quotidianamente la collegano con tutti i principali scali italiani, veloci percorsi autostradali (facendo attenzione ai limiti di velocità quando si attraversano Svizzera o Austria) e comodi treni diretti (diurni e notturni) semplifica non poco l’accessibilità a Monaco dal nostro paese.

 

Eppure, l’aspetto fondamentale che spiega la grande passione tra gli italiani e Monaco è proprio lo stile, l’atmosfera con cui la città sa accogliere, accompagnare, ospitare. Educazione, cordialità, simpatia, aspetti fondamentali che spesso non troviamo nemmeno più in tanti splendidi posti di casa nostra.

 

Le cinque ore di treno da Verona scorrono veloci, tra paesaggi dolomitici e bavaresi, sui pulitissimi treni della DB. Si arriva alla Hauptbahnhof, la principale stazione della città, situata ai margini della grande isola pedonale che abbraccia il centro.

 

Per chi sceglie di raggiungere Monaco in treno, questa zona è il posto ideale per i pernottamenti: a pochi passi tanto dalla Stazione, quanto dal centro, in uno dei principali crocevia di tram e metropolitane, è possibile trovare l’hotel adatto ad ogni esigenza. Noi abbiamo provato lo Shiller5 e l’Anna Hotel, entrambi quattro stelle con tariffe davvero convenienti (in occasione dell’Oktoberfest, tuttavia, i prezzi non saranno bassi, né sarà facile trovare una sistemazione) comprensive di un’abbondante ed eccellente prima colazione, delle bevande del frigobar e di Wi-Fi ad alta velocità.

 

Una passeggiata lungo la pedonale Neuhauser Strasse, cuore dello shopping, fino a Marienplatz, permette di cogliere subito quell’atmosfera di cui vi parlavamo in apertura, fatta di eleganza e cordialità. Raffinati palazzi e belle chiese ci accompagnano prima alla scoperta della Frauenkirche, cattedrale gotica della città dalle caratteristiche cupole, perfettamente restaurata dopo i gravi danni inferti dalle bombe alleate nella seconda guerra mondiale. Dopodiché ammiriamo il Neues Rathaus, il Municipio costruito a fine ‘800 in forme gotiche, dal caratteristico carillon, affacciato sulla Marienplatz, al cui centro troviamo la Mariensäule, statua della Vergine Protettrice della Baviera (ai cui piedi gli angeli, non a caso, combattono la fame, la peste, la guerra e l’eresia). Proseguendo oltre si raggiunge l’Isartor, la più antica Porta della città, ma proprio intorno a Marienplatz vi sono alcuni dei luoghi più caratteristici di Monaco.

 

Il Viktualienmarkt, antico mercato delle vettovaglie, tuttora luogo ideale per acquistare cibi tradizionali e sede di uno dei più caratteristici Biergarten, e l’Hofbräuhaus, birrificio celebre in tutto il mondo per le birre, i piatti e l’allegria che regna nelle grandi sale.

 

Smaltita la stanchezza del viaggio, sarà invece il momento di concentrarsi sul Residenz, lo stupendo castello da cui i Wittelsbach amministrarono la Baviera dal 1180 al 1918, oggi sede del Residenzmuseum, celeberrimo per le sue raccolte di dipinti, statue, ceramiche e cristalli. La visita del Residenz richiede tempo, ma rappresenta una testimonianza davvero unica circa la cultura e lo stile di vita delle grandi corti europee. Terminata la visita, non perdete l’occasione di recuperare le energie in uno dei deliziosi caffè lungo la Residenz Strasse.

 

Allontanandosi un poco dal centro pedonale della città, si raggiunge la Konigsplatz, su cui insiste l’area dei musei: in un ambiente caratterizzato da edifici neoclassici, troverete la Gliptoteca, il ricchissimo Museo Archeologico e l’imperdibile Pinacoteca, sicuramente una delle più importanti raccolte di dipinti al mondo, dove è possibile ammirare alcuni dei principali capolavori di Rembrandt, Rubens, Van Dyck, Brueghel, Dürer, oltre che degli italiani Giotto, Fra Angelico, Giorgione, Tiziano, Tintoretto, Botticelli, Perugino e Raffaello.

 

Altre collezioni di grande valore sono quelle del Deutsches Museum, uno dei più antichi musei tecnico-scientifici al mondo. La sede storica del museo occupa un’intera isola sul fiume Isar, ed è divisa in decine di aree espositive: materiali, fonti energetiche, automazione, miniere, ambiente, ottica, aeronautica, farmacia, tecnologia tessile, astronomia, informatica, telecomunicazioni ed innumerevoli altre sezioni dedicate ad ogni aspetto, criticità ed opportunità del progresso scientifico.

 

In una sede distaccata, proprio accanto al Theresienwiese, sede dell’Oktoberfest, il Deutsches Museum ha aperto il Verkehrszentrum, dedicato alla mobilità, con tre immensi padiglioni ospitanti una straordinaria collezione di veicoli stradali e ferroviari che abbiamo avuto la fortuna di visitare insieme alla Dottoressa Sylvia Hladky, Direttrice del  Verkehrszentrum, di cui interpreta perfettamente la vocazione tanto alla memoria storica, quanto alla missione di ispirare una mobilità nuova, diversa, sostenibile.

 

A tale proposito, per gli appassionati dei tram storici, segnaliamo il Museo della MVG, la società dei trasporti pubblici della città. Presso la loro nuova sede di Ständlerstrasse, ricavata in un’ex officina di riparazione degli stessi tram, vengono restaurati ed esposti alcuni veicoli che prestarono servizio a Monaco in passato, una collezione tanto preziosa quanto difficile da ammirare, in quanto il museo apre solo pochi giorni al mese con orari molto limitati.

 

Un’ultima fondamentale visita ci riporta nella storia di Monaco capitale del Regno di Baviera: il Castello di Nymphenburg, residenza estiva dei Principi Elettori Bavaresi, progettato da architetti italiani in stile classicheggiante, finemente decorato, ricco di affreschi, quadri e mobilio originale. E’ invece in stile francese la sistemazione dell’immenso parco, uno dei grandi polmoni verdi della città insieme al Parco Olimpico ed all’Englischer Garten, quest’ultimo in particolare ricco di attrazioni, corsi d’acqua, piste ciclabili e, naturalmente, Biergarten.

 

Una città, dunque, in grado di offrirvi storia, cultura, relax, grandi eventi. Una città dove sarà facile muoversi ed ambientarsi, dove con pochi euro potrete mangiare nelle storiche birrerie Augustiner (molto bella in particolare quella di Neuhauser Strasse) e Hofbräuhaus, oppure noleggiare una bicicletta per scoprire vie e parchi cittadini. Una città, Monaco, di cui davvero non potrete non innamorarvi, in qualunque stagione scegliate di venirci. Buon viaggio!

 

Dove dormire:

– Schiller5

– Schillerstrasse 5, D-80336 München, +49.89515040, free Wi-Fi)

– Metropolitana, Bus e Tram, fermata Hauptbahnhof

– www.schiller5.com

 

Anna Hotel

– Schützenstrasse 1, D-80335 München, +49.89599940, free Wi-Fi

– Metropolitana, Bus e Tram, fermata Hauptbahnhof

– www.geisel-privathotels.de

 

Per saperne di più:

– www.germany.travel: Il sito dell’Ente del Turismo Germanico in Italia, ricco di informazioni e suggerimenti, dove è possibile richiedere materiale informativo per pianificare il vostro viaggio.

– www.bavieraturismo.it: Il sito ufficiale dell’Ente del Turismo della Baviera per l’Italia.

– www.muenchen.de/int/it : Il sito ufficiale dell’Ente del Turismo di Monaco, in Italiano.

– www.trambahn.de: Il sito ufficiale del MVG Museum, in Tedesco e Inglese.

– www.deutsches-museum.del sito ufficiale del Deutsches Museum, in Tedesco e Inglese.

– www.bahn.com/it: Il sito ufficiale delle Ferrovie Germaniche in Italiano.

 

INVIATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Intervista a William Facchinetti Kerdudo e presentazione de “I Misteri di Milano” 20 settembre 2013, Nerviano

Itinerari in Germania: la Franconia tra birrerie storiche, borghi, castelli e incanto. Cosa vedere e dove dormire

Germania e Franconia seconda parte: Würzburg, Ingolstadt, il Danubio e una strepitosa visita agli stabilimenti Audi

Itinerari sul lago di Garda: giardini, ulivi, agrumi e lidi pubblici dove prendere il sole e fare il bagno

Itinerari sul Lago di Garda parte seconda, dai Castelli Scaligeri, ai vivaci borghi, passando per Sirmione, le terme, ristoranti e magia

Gite weekend vicino Milano: il Lago Maggiore, il lago d’Orta e le relative isole dove fare scorpacciate di colori, storia, e passione

 

Giulio Ciaffi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here