Mostra su Bruno Munari Milano 24 settembre – 24 ottobre 2015 Galleria Bonelli, opere, orari, ingresso libero

048_bruno_munari.tifSi inaugurerà giovedì 24 settembre 2015, alle ore 19, “Bruno Munari. Ritratto di una collezione”. La mostra, dedicata al maestro dell’astrazione italiana e curata da Riccardo Zelatore, rimarrà aperta al pubblico dal 24 settembre, al 25 ottobre, con ingresso libero. Lo opere, estratte dal ricco patrimonio di opere di Munari conservate da Casaperlarte – Fondazione Paolo Minoli, soggetto nato a Cantù nel 2004 su iniziativa dello stesso Minoli, egli stesso artista e grande amico di Munari, saranno ospitate alla Galleria Giovanni Bonelli, dove si potranno ammirare le creazioni rappresentative dei principali periodi dei settant’anni di attività del grande artista.

 

BRUNO MUNARI – Bruno Munari (Milano, 24 ottobre 1907 – Milano, 30 settembre 1998) è figura leonardesca tra le più importanti del novecento italiano. E’ stato uno dei massimi protagonisti dell’arte, del design e della grafica del XX secolo, dando contributi fondamentali in diversi campi dell’espressione visiva (pittura, scultura, cinematografia, design industriale, grafica) e non visiva (scrittura, poesia, didattica) con una ricerca poliedrica sul tema del movimento, della luce e dello sviluppo della creatività e della fantasia nell’infanzia attraverso il gioco.

– Assieme a Lucio Fontana, Bruno Munari domina la scena milanese degli anni cinquanta-sessanta; partecipa giovanissimo al futurismo, dal quale si distacca con senso di levità ed umorismo, inventando la macchina aerea (1930), primo mobile nella storia dell’arte, e le macchine inutili (1933).

– Verso la fine degli anni ‘40 fonda il MAC (Movimento Arte Concreta), che funge da catalizzatore delle istanze astrattiste italiane prospettando una sintesi delle arti, in grado di affiancare alla pittura tradizionale nuovi strumenti di comunicazione ed in grado di dimostrare agli industriali la possibilità di una convergenza tra arte e tecnica.

– Nel 1947 realizza Concavo-convesso, una delle prime installazioni nella storia dell’arte, quasi coeva, benché precedente, all’ambiente nero che Lucio Fontana presenta nel 1949 alla Galleria Naviglio di Milano. È il segno evidente che la problematica di un’arte che si fa ambiente e in cui il fruitore è sollecitato, non solo mentalmente, ma in modo ormai multi-sensoriale, è ormai matura.

– Nel 1950 realizza la pittura proiettata attraverso composizioni astratte racchiuse tra i vetrini delle diapositive e scompone la luce grazie all’uso del filtro Polaroid, realizzando nel 1952 la pittura polarizzata, che presenta al MoMA nel 1954 con la mostra Munari’s Slides.

– È considerato uno dei protagonisti dell’arte programmata e cinetica, ma sfugge per la molteplicità delle sue attività e per la sua grande ed intensa creatività ad ogni definizione, ad ogni catalogazione.

 

LA MOSTRA – Alla Galleria Bonelli viene proposto un corpus importante di opere, tra loro anche molto eterogenee, che permette di cogliere il vero filo conduttore dell’attività dell’artista: il suo metodo progettuale.

– In mostra si passa dai primi esiti di connotazione futurista, alle Macchine aeree; dai Negativo-positivo, alle Sculture da viaggio; dai Libri illeggibili, ai pezzi di design; dalle Curve di Peano, agli ultimi esiti della incessante ricerca di Munari.

– L’esposizione, inoltre, sottolinea alcuni aspetti peculiari dell’opera di Munari, come ad esempio il rapporto con il mondo della didattica e la collaborazione, praticamente ininterrotta, con molte delle riviste italiane dedicate al progetto, alla comunicazione, all’arte.

– Il percorso allestitivo mette in relazione settori disciplinari diversi che per Munari rappresentano fasi distinte di un’attività progettuale senza soluzione di continuità.

 

BRUNO MUNARI Ritratto di una collezione

– Galleria Giovanni Bonelli

– Dal 24 settembre al 24 ottobre 2015

– a cura di Riccardo Zelatore

– via Luigi Porro Lambertenghi 6

– 20159 Milano

– tel. + 39 02 87246945

– orari: da martedì a sabato, 11.00 – 19.00; chiuso domenica e lunedì

– ingresso libero

– inaugurazione giovedì 24 settembre 2015, ore 19:00

– Informazioni Tel. 02.87246945

info@galleriagiovannibonelli.it

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– il nostro staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

PUBBLICITA’ A PARTIRE DA 10 EURO  – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, ad eventi, mostre o spettacoli, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie.

 

Leggi anche:

Sagra zucca Sale Marasino (Brescia) 11 – 13 settembre 2015, la zucca più grande, menu, cabaret, sfilate di moda e altro

Sagra funghi porcini 12 – 13 settembre 2015 Bema (SO), programma, attività nel borgo, menu, info

Proiezione immagini Expo 1906 Milano Castello Sforzesco 9 – 12 settembre 2015, orari e info

Concerto gospel gratis piazza Duomo Milano 19 settembre 2015, info e orari

Dove cercare castagne in Lombardia, Piemonte, Liguria e Veneto, i migliori percorsi e tutte le info

Dove cercare funghi in Lombardia, Liguria e Piemonte, gli itinerari migliori, info e consigli

Gelato Festival Milano 3 – 13 settembre 2015, orari, gusti speciali, info

Mostra Giotto Milano Palazzo Reale 2 settembre 2015 – 10 gennaio 2016, orari, prezzo biglietti, info

Eventi gratis Lodi maggio – ottobre 2015 per Living Expo, programma 400 attività tra turismo, cultura, arte e altro

Festival danza contemporanea Milano 8 – 13 settembre 2015, info e programma

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here