La Grande Guerra di Mario, 22 ottobre – 8 novembre 2015 Teatro Manzoni Milano. Morire per la patria tra guerra e passioni

La grande guerra di MarioHa debuttato al Teatro Manzoni di Milano “La Grande Guerra di Mario”.

 

Capitanato dal bravissimo Edoardo Sylos Labini (che ha curato anche la regia), il cast dà vita a una storia di armi, amicizia, passione e amore profondo.

 

Liberamente ispirato a “La grande guerra” di Mario Monicelli (la drammaturgia, vergata con grande accuratezza e arricchita con elementi di avvincente attualità, è di Angelo Crespi), lo spettacolo conduce  lo spettatore nella vita del soldato  Mario Rossi, un uomo destinato a diventare eroe, suo malgrado.

 

Al fronte contro la sua volontà Mario, romano verace e soldato semplice di fanteria, si scontra con il militarismo insensato del suo superiore, il capitano Corti (Marco Prosperini), combattendo la propria battaglia di sopravvivenza e diventando lui stesso simbolo e punto d’incontro dell’Italia, condividendo la vita della trincea con i suoi commilitoni: Ambrogio Beretta (Gualtriero Scola), brianzolo doc fragile e sognatore, e Gennaro Esposito (Francesco Maria Cordella), napoletano “scafato” e disincantato.

 

Insieme con loro Mario condividerà contrasti, allegria e momenti di vera commozione, attraversando un percorso emotivo al termine del quale non solo il soldato Mario, ma anche l’Italia, matureranno in modo traumatico la propria identità.

 

Parallelamente alla quotidianità della prima linea, poco lontano dal fronte, la vita dei soldati e, in particolare, di Mario, si intreccerà sempre più con quella di Adalgisa (Debora Caprioglio), vedova di guerra e prostituta sotto falso nome.

 

I due progetteranno di disertare insieme fuggendo in America ma, quando le circostanze volgeranno al peggio, Mario non esiterà a sacrificarsi per salvare la sua amata e i suoi commilitoni, replicando all’arma sguainatagli contro da un ufficiale austriaco (Giancarlo Condé) con l’indimenticabile frase “Guarda come muore un italiano”.

 

Due atti dove con il sorriso (qualche volta amaro), si dipinge la personalità dell’italiano che andò al fronte, a morire per la Patria.

 

Personaggi e interpreti:

Adalgisa: Debora Caprioglio

Mario: Edoardo Sylos Labini

Capitano Corti: Marco Prosperini

Gennaro Esposito: Francesco Maria Cordella

Ambrigio Beretta: Gualtiero Scola

Ufficiale austriaco: Giancarlo Condé

– E con unQuartettoParticolare – Francesco Bossi, Federico Pinardi Feletti, Giacomo Giannangeli, Marco Cusenza

 

Regia: Edoardo Sylos Labini

Drammaturgia: Angelo Crespi

Scene e costumi: Marta Crisolini Malatesta

Disegno luci: Pietro Sperduti

 

La Grande Guerra di Mario

– Teatro Manzoni, via Manzoni, 42

– Milano 20121

– dal  22 ottobre all’8 novembre 2015

– Orari: feriali 20,45 – domenica ore 15,30

– Biglietti: Poltronissima Prestige € 35,00 – Poltronissima € 32,00 – Poltrona € 23,00

– Riduzioni: Giovani fino a 26 anni € 15,00

– Tel. 02-7636901

– Numero verde: 800.914.350

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

PUBBLICITA’ A PARTIRE DA 10 EURO  – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, ad eventi, mostre o spettacoli, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie.

V.P.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here