Eventi Festa del Perdono 6 – 9 aprile Milano antico Ospedale Maggiore, concerti, rievocazioni e opere d’arte

Cinque giornate gratuite all'insegna dell'arte e della musica: i quadri nel caveau sotterraneo del Policlinico, il concerto con un violino Guarneri del 1694 e tanto altro

maestro-matteo-fedeli1La Fondazione Ca’ Granda Policlinico di Milano affonda le sue radici nell’antico Ospedale Maggiore, realizzato nel 1456 dal duca Francesco Sforza. Nei suoi sei secoli di Storia ha raccolto e custodito un patrimonio artistico sterminato, tra cui ci sono opere di Giovanni Segantini, Francesco Hayez e il Pitocchetto. Un patrimonio che finora pochissimi hanno potuto apprezzare, e che adesso torna visitabile dal pubblico in occasione della Festa del Perdono.
LA TRADIZIONE DEL 1459 – L’Ospedale si apre quindi ai cittadini e riporta alla luce i suoi tesori, rinnovando una tradizione plurisecolare: la Festa del Perdono, iniziata nel 1459, si celebra da allora ogni anno dispari per concedere l’indulgenza plenaria e per ringraziare tutti i benefattori che in questi secoli hanno reso grande l’Ospedale. Una tradizione che si era persa, ma che oggi torna con lo stesso spirito del passato, coinvolgendo direttamente i cittadini con concerti, mostre e rievocazioni storiche.
MERCOLEDÌ 5 APRILE – Il momento più atteso è per la sera del 5 aprile: è il concerto del Maestro Matteo Fedeli, che suonerà un violino Guarneri del 1694 e che destinerà il ricavato della serata al restauro dell’Archivio Storico dell’Ospedale. Nel concerto sarà eseguita in prima assoluta anche ‘Elegia: la ruota della vita’, scritta da Damiano Danti proprio per questa occasione. La partitura originale, per violino e orchestra, sarà donata proprio all’Archivio, dove sono custoditi oltre 100mila documenti storici.
– Nella stessa giornata ci saranno anche diverse performance musicali itineranti negli atri e nei reparti del Policlinico, in modo da portare un po’ di Festa del Perdono anche tra gli utenti e i pazienti dell’Ospedale, con le esecuzioni curate dagli allievi della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado.
6 – 9 APRILE – Dal 6 al 9 aprile, invece, prenderà il via il Salone del Nobile, una mostra aperta a tutti con una selezione dei quadri custoditi nel caveau del Policlinico. In omaggio al Salone del Mobile, le opere sono state scelte per dare risalto alle abitazioni e ai palazzi che dal ‘700 al ‘900 hanno caratterizzato i ritratti dei Benefattori dell’Ospedale Maggiore.
– Sarà esposto anche il dipinto più prestigioso della collezione: si tratta del ‘Ritratto di Carlo Rotta’ eseguito da Giovanni Segantini, unico esempio al mondo di ritratto su commissione realizzato dal celebre pittore. Le visite sono gratuite, e sono rese possibili grazie ai volontari della Delegazione Fondo Ambiente Italiano (FAI) di Milano.
GRAN FINALE – Il 9 aprile, infine, i cittadini potranno immergersi nelle atmosfere dell’antica Festa del Perdono grazie a ‘Un tuffo nel passato’, una vera e propria rievocazione storica che riporterà nel presente le arti e i mestieri del ‘400, insieme ai costumi dell’epoca.
– La giornata prevede anche attività e laboratori didattici per bambini, ed è stata organizzata da Fondazione De Marchi onlus con il contributo dell’Associazione per il Bambino Nefropatico (ABN Onlus).
PROGRAMMA COMPLETO E PRENOTAZIONI – Per il programma completo e per prenotazioni: http://www.policlinico.mi.it/festadelperdono

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here