Dal 26 marzo al 10 aprile, 9 eventi per riscoprire Milano e il suo ricco patrimonio di arte e di storia

La musica e l’arte, splendide espressioni di un linguaggio universale, proprio nei giorni della Pasqua si trasformano in preziose occasioni per una rassegna di incontri non convenzionali tra la dimensione più profonda dell’uomo e il segno del sacro.

 

Non si tratta di semplici concerti collocati nella cornice qualificante di una chiesa, ma di un vero e proprio percorso di eventi che dal 26 marzo al 10 aprile offre a tutti, indistintamente, la possibilità di visitare alcuni luoghi d’arte proprio nel momento in cui, anche attraverso i simboli della liturgia, stanno esprimendo il loro massimo significato spirituale.

Anche i festivi Venerdì Santo, Sabato Santo e Domenica di Pasqua, infatti, sono al centro di proposte che, integrando le funzioni liturgiche, offrono una particolare occasione per fare un’esperienza profonda e stimolante in grado di coinvolgere sia i fedeli, sia i visitatori occasionali.

 

Inoltre, la rassegna è anche un percorso a tema, che consente di ammirare alcuni interessantissimi capolavori milanesi. Tra questi, la volta dei Carloni della chiesa di sant’Antonio Abate (l’unico ciclo di affreschi dedicato alla storia della Croce), e la Basilica di San Vittore con il Crocifisso ligneo e il Cristo Morto: due meravigliose opere da riscoprire, collocate fra l’ultimo Quattrocento e il primo Cinquecento. Nella Basilica di San Satiro si potrà ammirare la Pietà di terracotta di fine Quattrocento, che già da sola può valere un’esperienza d’arte per il giorno di Pasqua. La Basilica di San Lorenzo è invece cornice di un concerto che chiuderà la domenica pasquale, dopo la Messa accompagnata da tromba e organo.

 

Infine, il lunedì dell’Angelo offrirà la rara opportunità di visitare gli scavi archeologici di San Vittore al Corpo, il luogo dove Sant’Ambrogio ha posato i suoi piedi.

Gli scavi sono stati eccezionalmente aperti al pubblico in seguito al lavori di restauro svolti a cura del Rotary Club Milano Castello. Fra breve l’area archeologica di San Vittore entrerà a far parte del sistema museale di Milano, con un’apertura programmata realizzata a cura del Touring Club Italiano, Volontari per il Patrimonio Culturale.

 

L’ingresso a tutti gli eventi è libero e gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili

 

Per informazioni:

tel. 02/39.10. 41.49

www.levocidellacitta.org

                                                                                Di Redazione