Secondo giorno della Settimana del Design: Milano si accende con il Festival della Luce “Led, Light Exhibition Design”

Stazione_Centrale_MilanoIl bello della Design Week, è che in questi giorni Milano “si illumina davvero d’immenso”! I ringraziamenti vanno in parcolare al Festival della luce “Led, Light Exhibition Design” che poche ore fa, alla Triennale, ha anche lanciato il concorso che raccoglierà le proposte per la realizzazione delle istallazioni e delle opere d’arte che “illumineranno” la città il prossimo Natale.

 

 

La presentazione del progetto è avvenuta alla presenza dell’assessore all’Arredo Urbano Maurizio Cadeo, del presidente della Triennale Davide Rampello e dell’architetto Stefano Boeri.

 

In questi giorni, inoltre, Led sarà presente nel nuovo “design district” di Ventura-Lambrate dove, presso la Scuola Politecnica di Design, i visitatori potranno interagire con l’istallazione di luci e di suoni “Light Orchestra”, tra i vincitori del concorso 2009.

 

Il concept dell’opera presenta uno strumento che, azionato dai passanti, crea un gioco di luci e suoni. In questo modo, ogni visitatore può creare la propria “melodia luminosa” creando un gioco di luci e suoni, dando vita a una esperienza sensoriale vivificante ed ineguagliabile per l’intensa spettacolarità.

 

Ogni nota, infatti, corrisponde a un colore diverso, e infinite saranno le combinazioni da creare poiché, attraverso i sensori di movimento, l’installazione è in grado di percepire la posizione della mano e la velocità del movimento, e il segnale viene trasferito contemporaneamente al “dimmer”, alle luci e alle casse presenti all’interno della piattaforma.

 

Nel cuore del Fuori Salone, invece, in zona Tortona, andrà in scena la performance Digital Graffiti Contest, una suggestiva mostra di “graffiti di luce” in notturna che, al termine dell’esibizione, non lascerà traccia sulle facciate dei palazzi (ideata da Alberto Kellner e Laser Entertainment).

 

Opera_di_Barbara_de_PontiInfine, per celebrare la chiusura del Salone del Mobile, imperdibile l’accensione sulla cupola del Planetario dell’istallazione luminosa firmata da Barbara De Ponti “La luce naturale delle stelle”. L’opera, grandiosa e splendida, permetterà a tutti i cittadini di vedere le stelle, spesso difficilmente individuabili nel cielo milanese, valorizzando nel contempo l’edificio storico del Planetario.

 

Di Redazione