Eventi design Milano 2011, Alessi Showroom e i suoi tre progetti all'insegna di una dimensione domestica briosa e ibridata, sulla scia di funzionalità tutte da sperimentare

Fedele a una linea che vede l’innovazione al primo posto nella lista della priorità, Alessi inaugura l’esposizione presso il nuovo showroom milanese di via Manzoni, nelle vicinanze della Scala. Molteplici e affascinanti, i nuovi progetti rispondono a quelle stesse logiche che hanno visto il marchio imporsi sul mercato con la forza delle idee. Tre sono i diversi contenitori-progetti presentati dall’azienda di Crusinallo di Omegna, tutti all’insegna di sfide ardite e personali.

 

Entrando nello showroom o, ancora prima, a partire delle vetrine che danno sulla via, è inevitabile rimanere colpiti dall’ultima avventura firmata Alessi. Trattasi di “Piana”, sedia pieghevole creata con la collaborazione di Lamm e la progettazione targata David  Chipperfield. Protagonista assoluto dello spazio e del design domestico, l’azienda Alessi si è voluta confrontare con un sogno quasi trentennale:  quello inerente alle sedute. Come sottolineato da Eugenio Morselli, Presidente di Lamm e in partnership per l’opera, si è dato vita a “una sedia multifunzionale nell’uso ed essenziale nei contenuti, leggera nei materiali e rispettosa dell’ambiente”. Oggetto facilmente accatastabile e prodotto in polipropilene al 100% riciclabile, si rivela ideale per qualsiasi utilizzo, indoor o outdoor. Piacevole allo sguardo e particolarmente maneggevole, la sedia si costituisce da subito come modo d’intendere l’arte applicata all’industria, sull’onda di un progetto che rima semplicità formale, astrazione geometrica e versatilità.

 

Non è da meno il progetto d’illuminazione Foreverlamp AlessiLux. Sempre fedele all’ottica di ricerca e della sfida concettuale, Alessi sceglie di sperimentare nuove soluzioni di design excellence sulla pelle di un oggetto di uso comune: la lampadina. In questo senso è l’oggetto stesso a diventare campo di applicazione del design, sia attraverso l’uso di forme e colori inediti, sia attraverso l’uso della tecnologia. Il successo è reso possibile grazie all’utilizzo delle potenzialità offerte dalla tecnologia dei LED, che tra le altre cose permettono una durata 25 volte maggiore rispetto a una lampadina a incandescenza, un’intensità luminosa raggiungibile con immediatezza e l’assenza di radiazioni UV e mercurio. La progettazione di queste lampadine si è rivelata una sfida vincente grazie al contributo dei giovani designer titolari dell’opera e del lavoro sui supporti e sulle soluzioni di illuminazione. Giovanni Alessi Anghini, Gabriele Chiave e Frederic Gooris hanno dimostrato inventiva e stile, sempre in bilico tra l’innovazione e il gioco della tradizione.

 

Sullo stesso asse si muove la collaborazione tra Alessi e ECAL (École Cantonale d’art de Losanne), risultato di un workshop tenuto nell’autunno e inverno 2010. Forte dello scambio tra il know-how industriale e l’energia e creatività dei giovani designer, il progetto disegna ex-novo, riqualificandolo, lo spazio classico di lavoro. Il tutto è reso all’insegna di una dimensione domestica anomala, leggera, facilmente fruibile e familiare. Collezione di oggetti briosa e ibridata sulla scia di funzionalità tutte da sperimentare, l’insieme contiene i prodromi di un futuro a venire, sia nel senso della produzione seriale, sia nell’ottica delle idee ancora da sperimentare.

 

Il merito va ad Alessi per una ricerca dell’eccellenza che sembra interminabile, con eleganza, garbo e stile pari ai valori dimostrati nell’esposizione dei progetti qui citati.

 

  • Dove: Milano, Showroom Alessi, Viale Manzoni 14/16
  • Quando: 12 aprile – 17 aprile 2011
  • Orari: dal 12 al 16 aprile: 10,00 alle 21,00. Domenica 17 aprile: 10,00 alle 18,00
  • Biglietti: Ingresso gratuito

 

 

 

 

Daniele Ferriero

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here