Fashion in Paper 2011 Milano, Triennale 26 maggio – 5 giugno, ingresso gratuito per straordinarie creazioni di design contemporaneo, dettagli

Irrinunciabile, l’evento è sintomatico dei nuovi terreni concettuali sorti sulle ceneri dei precedenti. Come un’araba fenice, anche l’industria e l’arte si ritrovano a partire dal lascito dei materiali che furono per costruire uno scorcio inedito sul contemporaneo.

 

L’occasione, attualissima, è quella di Fashion in Paper 2011, progetto-mostra promosso dalla Provincia di Milano in collaborazione con Triennale di Milano e AFOL Milano, atto a instradare le nuove correnti creative e artistiche del fashion design moderno. Non a caso per l’esposizione si è scelto di lavorare a strettissimo contatto con giovani e giovanissimi studenti provenienti da tutta Italia, pronti a confrontarsi con tecniche, strumenti, inventiva e mercato. La scelta dei materiali è inoltre quanto distingue la manifestazione da altri eventi simili o di pari struttura: la carta.

 

Materiale povero, e al contempo nobile, per eccellenza, a partire dalle sue molteplici funzioni viene qui trasfigurata in favore e della qualità artistica e dell’esemplificazione di talento, sperimentazione e ricerca. Da mezzo portatore di informazioni – in senso lato e non – a incarnazione di una sostenibilità che sia data anche sotto il profilo strettamente utilitaristico e/o estetico.

 

Per questo motivo la miriade di creazioni prodotta diventa quasi un motivo psichedelico all’interno della Galleria Aulenti della Triennale di Milano; una texture ausiliaria che nel confronto tra gli astanti e le creazioni, disposte all’interno di tutta l’area percorribile, crea un ambiente nuovo, una concezione personale dello spazio e delle relazioni. Da questo punto di vista, è perfetto e commovente veder sciabordare per la sala i giovani autori e artisti, caleidoscopio di gesti e influenze e immaginazione che han prodotto questo successo.

 

Non un caso, d’altronde, che a partire dalla conferenza stampa e dalle parole di Silvia Garnero (Assessore Moda ed Eventi Expo 2015) Paolo Giovanni Del Nero (Assessore Sviluppo economico, Formazione e Lavoro) e la curatrice Bianca Cappello, a farla da padrone sia la riflessione sulla necessità di sviluppare network relazionali tra l’industria e la scuola; ovvero la necessità di reti solide tra enti, realtà e istituzioni, in maniera da rilanciare e progredire la creatività italiana, favorendo le eccellenze e la professionalità a venire dei giovani partecipanti.

 

Il direttore della Triennale Arturo Dell’Acqua Bellavitis e il presidente di Comieco Carlo Montalberti, sottolineano la necessità della riscoperta e della manualità spicciola e delle nuove tecnologie; la sostenibilità, le nanotecnologie e la necessità del recupero/riciclo diventano gli argomenti chiave del discorso, spaziando tra il risparmio economico, i vantaggi ambientali e l’innovazione pura.

 

Il resto è una magia di forme e invenzioni, creazioni condotte sulla punta dell’immaginazione stessa a completare il quadro di una ricerca espressiva totale, sostenibile ed eco-compatibile. Una vetrina per la creatività degli studenti, utile al confronto con i materiali, il mercato e la sperimentazione. Si aspettano dunque i prossimi capitoli di un percorso in parte inedito, che nel futuro, lungo la corsa verso Expo 2015, porterà in dote nuovi materiali, nuovi progetti e, speriamo, nuovi traguardi.

 

Fashion in Paper 2011

  • Dove: Triennale di Milano, Viale Alemagna 6, 20121, Milano
  • Telefono: 02-72.434.240
  • Quando: dal 26 maggio al 5 giugno 2011
  • Prezzi: ingresso gratuito
  • Orario: da martedì a domenica 10.30 – 20.30; giovedì e venerdì 10:30 – 23:00; lunedì chiuso

 

Daniele Ferriero

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here