Librerie indipendenti, La calda estate dei Librai Indipendenti di Milano porterà un mese di incontri, presentazioni, musica e cene letterarie

LibreriaPresentazioni di libri inediti o poco conosciuti, magari accompagnata da musica al pianoforte, incontri con gli autori e gli editori, laboratori e letture animate per ragazzi, una cena letteraria. 

Questi alcuni degli oltre 50 appuntamenti in programma da lunedì 28 giugno 2010 al 25 luglio in 13 librerie di Milano, con l’adesione di 45 case editrici, tutte unite nella rassegna dedicata alla piccola editoria “La calda estate dei Librai Indipendenti di Milano”, presentata alla Libreria del Mondo Offeso da Daniela Basadelli Delegà.

Quattro settimane di incontri nei diversi negozi della città che hanno aderito all’iniziativa, scegliendo di proporre alcune pubblicazioni ed edizioni, ognuna “secondo la propria identità e sensibilità”.

In calendario una ricca offerta di eventi dedicati a grandi e piccoli: “Il programma è definitivo al 90% – ha spiegato Daniela Basadelli Delegà -, e verrà comunicato di settimana in settimana attraverso la pagina Facebook dedicata alla manifestazione, dal titolo ‘Milano città di libri’, dove ogni libreria inserirà le proprie attività“.
Si inizia con lunedì 28 giugno alle 21,00 alla libreria Popolare, con un incontro con l’editore Gabriele del Grande per discutere del suo libro sull’immigrazione in Italia “Il mare di mezzo”.

Tra gli altri eventi:

  • i laboratori per bambini alla Libreria Scaldapensieri;
  • la settimana tematica sul medioevo, con l’intervento di 3 rievocatori vestiti con abiti del tempo alla Libreria Militare;
  • la presentazione di alcuni libri pubblicati artigianalmente da due piccoli editori alla Liberty.

Non manca lo sport: la Libreria del Mondo Offeso propone “Le partite più raccapriccianti dell’Italia ai mondiali e altre storie di ordinaria follia calcistica”, di Cosimo Argentina e Fiorenzo Baini.

Alla Libreria Utopia verrà inoltre presentata la riedizione di un classico di Tolstoj, mentre la Pecorini, specializzata in microeditoria, inserirà momenti di “musica per meditare” tra un dibattito e l’altro e la Popolare abbinerà la presentazione di un libro sulla “Fame in tempo di crisi” a una cena su prenotazione.

 

Di Redazione

2 COMMENTI

  1. è un evento speetttacolaaare….. e sarei contento di sapere le date. ho letto che si è parlato di iperborea e scandinavia binomio che leggo dai tempi del primo pasilinna.
    comunque , secondo me che sono un povero pirla, di libri si tratta sempre poco.
    Nelle liberie indipendenti trovi dei libri inenarrabili, fantastici ,grazie l’ amabilita e professionalità di chi trovi entro le loro mura. non disprezzo la feltrinelli ma il calore in quei grandi “store” non lo puoi trovare. e allora signore e signori viva la libreria indipendente. hasta la victoria siempre
    powered by IlSignoredeiTanelli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here