Nuvole Sacre di Roberto Coda Zabetta, mostra gratuita a Palazzo Reale

Opera_di_Roberto_Coda_ZabettaLa follia umana in 15 tele.

 

A 65 anni dal lancio della bomba atomica su Hiroshima e Nagasaki, Milano presenta a Palazzo Reale la mostra Nuvole Sacre dell’artista contemporaneo Roberto Coda Zabetta, promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano, prodotta e organizzata da Palazzo Reale in collaborazione con mc2gallery e curata da Claudio Composti.

 

Dal profondo legame dell’artista con l’Oriente e dalla sua pittura caratterizzata da schegge di colore bianco e nero, nascono 15 nuove grandi tele con cui Roberto Coda Zabetta denuncia la follia umana e mostra la sua visione della tragedia che segnò il Giappone nell’agosto del 1945.


“Le nuvole sono un elemento poetico, evanescente e misterioso che può assumere anche le forme tragiche della deflagrazione e della distruzione – spiega l’assessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory. – Questa mostra è un’indagine pittorica che torna a più riprese sullo stesso motivo, su quel fungo atomico portatore di morte e sconfitta.  Nei volti sfigurati o deformati, nell’espressione di un grido ancestrale, l’artista compie una svolta verso queste gigantesche nuvole che irrompono sulla tela”.

 

Arricchisce il percorso espositivo il rarissimo video “Navel and A-Bomb” del 1960, diretto dal grande fotografo Eikoh Hosoe e interpretato dal ballerino e performer Tatsumi Hijikata, fondatore della danza Butoh, nata come forma di ribellione della generazione che ha vissuto la tragedia della bomba atomica.

 

La mostra è in programma dal 28 luglio al 29 agosto.

L’ingresso è gratuito.

 

Leggi anche:

Biglietti gratis lirica Sforzesco under 30, da oggi al via le prenotazioni telefoniche

Film e mostre gratis agosto Milano, programma completo

Cinema all’aperto Milano programmazione

Teatro di verdura, alla Biblioteca di via Senato debutta la stagione gratuita con una lettura di Valentina Cortese. Ecco il programma completo

 

 Di Redazione

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here