Cortili Aperti Milano 24 maggio 2015, elenco aperture gratuite, programma, concerti, info

cortileL’Associazione Dimore Storiche Italiane, con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, promuove le Giornate Nazionali ADSI, in occasione delle quali il Gruppo Giovani della Sezione ADSI Lombardia presenta a Milano domenica 24 maggio 2015 la XXII edizione dell’iniziativa Cortili Aperti, ormai divenuta una consuetudine cittadina dal 1994.

 

VIA CAPPUCCIO E DINTORNI – Quest’anno saranno aperti i cortili delle più belle dimore storiche presenti in via Cappuccio e dintorni.

 

ELENCO CORTILI APERTI – Con il patrocinio di Regione Lombardia e in collaborazione con il Comune di Milano, con il contributo di Cassa Lombarda e grazie alla disponibilità dei proprietari e al lavoro entusiasta dei giovani volontari under 35 di ADSI Lombardia, dalle ore 10.00 alle ore 18.00, si potranno visitare i cortili dei seguenti Palazzi:

– Chiostro delle Umiliate – Via Cappuccio, 5

– Casa Radice Fossati – Via Cappuccio, 13

– Palazzo Lurani Cernuschi – Via Cappuccio, 18

– Palazzo Cornaggia – Via Cappuccio, 21

– Palazzo Arese Litta, Cortile dell’Orologio Teatro Litta- corso Magenta, 24

– Palazzo Arese Litta, Cortile d’Onore – corso Magenta, 24

– Museo Archeologico – corso Magenta, 15

– Palazzo Fagnani Ronzoni – Via Santa Maria Fulcorina, 20

– SIAM – Società d’ Incoraggiamento d’ Arti e Mestieri – Via Santa Marta, 18

– Palazzo Borromeo – Piazza Borromeo, 12

 

ACCESSO LIBERO E GRATUITO – L’accesso ai cortili sarà come sempre libero e gratuito.

– Un infopoint sarà attivo tutto il giorno nel cortile di Palazzo Arese Litta, Corso Magenta 24, nel Cortile dell’Orologio dove ha sede lo storico Teatro Litta, il teatro più antico di Milano ancora in funzione.

– In ogni cortile saranno presenti i giovani volontari ADSI a disposizione dei visitatori per tutta la giornata.

– Come ogni anno, a fronte di un’offerta minima di 5 euro, saranno a disposizione del pubblico eleganti guide illustrative con l’itinerario consigliato e la storia di tutti i palazzi visitabili. Il ricavato delle offerte permetterà come ogni anno di finanziare il restauro di un’opera d’arte di pubblica fruibilità. In particolare, con il ricavato di quest’edizione, si contribuirà al restauro di un’opera di Palazzo Litta, in corso Magenta 24, sede del Segretariato regionale del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo per la Lombardia.

 

I CONCERTI A CIELO APERTO – Come ogni anno, la scoperta delle bellezze segrete di Milano sarà accompagnata da piacevoli momenti musicali, grazie alla collaborazione con Milano Civica Scuola di Musica Claudio Abbado, i cui allievi si esibiranno lungo tutto l’arco della giornata nel Cortile d’Onore di Palazzo Litta – Corso Magenta 24, allietando la visita con brani di Beethoven, Mozart, Bach, Piazzolla e tanti altri compositori.

– Il cortile del Museo Archeologico – Corso Magenta 15, inoltre, ospiterà diversi concerti di pianoforte, sempre a cura di Milano Civica Scuola di Musica Claudio Abbado, organizzato nell’ambito di Piano City, manifestazione di grande successo giunta alla sua terza edizione e che quest’anno si terrà dal 22 al 24 maggio (per il programma completo dei concerti della giornata, vedi l’Allegato 1 in calce al presente Comunicato).

 

L’ESPOSIZIONE DI AUTO D’EPOCA – Grazie alla ormai consueta collaborazione con il CMAE – Club Milanese Automotoveicoli d’Epoca – i visitatori potranno inoltre ammirare le preziose auto d’epoca in mostra in alcuni dei cortili.

 

DAI LIBRI ANTICHI, ALLE STANPE 3D – La Società d’Incoraggiamento d’Arti e Mestieri (SIAM – in Via Santa Marta 18), secolare e poliedrica istituzione milanese – da una cui costola nacque il Politecnico di Milano, aprirà al pubblico gli interni del palazzo che la ospita.

– I visitatori potranno così scoprire i tesori che vi sono custoditi, come un’edizione italiana originale dell’Encyclopédie di Diderot e D’Alambert all’interno dell’antica Biblioteca, passeggiare nella Galleria dei Benemeriti, curiosare nel Laboratorio di Restauro di dipinti, ammirare mostre di artisti e designer, nonché restare affascinati nel Fab Lab, dove si potrà vedere all’opera la più avanzata tecnologia di stampa in 3D e fabbricazione digitale.

 

IN MOSTRA ANCHE GLI OROLOGI DA CAMPANILE – Infine, un’insolita mostra di orologi da campanile e di incredibili strumenti musicali automatici, perfettamente conservati e funzionanti, sorprenderà il pubblico nel cortile di Palazzo Lurani Cernuschi – via Cappuccio, 18.

 

PROGRAMMA CONCERTI  E MUSICA – Gli Allievi della Milano Civica Scuola di Musica Claudio Abbado- MI si esibiranno nel Cortile d’Onore – Palazzo Arese Litta, Corso Magenta 24:

Ore 10.30

Duo Flavio TERMINE, violoncello – Elena TALARICO, pianoforte

  1. V. Beethoven, Sonata op. 102 n. 2

Ore 11.00

Duo Laure KIEFFER, mezzo-soprano – Alessandro VIGGIANO, pianoforte

  1. Duparc, L’invitation au voyage
  2. Wagner, dai Wesendonck-Lieder WWV 91 Der Engel n. 1, Schmerzen n. 4
  3. Liszt, Oh! Quand je dors, S.282, Die drei Zigeuner, S.320

Ore 11.30

Duo Giuditta FERIOLI, violino – Enrico DI MAGGIO, pianoforte

  1. Schumann, Sonata op. 105 n. 1 per violino e pianoforte

Ore 11.50

Trio Anna Maddalena GHIELMI, violino – Aurora BONESSA, violoncello – Iacopo ROSSI, pianoforte

  1. Mendelssohn, dal trio in re min. op. 49, Andante con moto tranquillo, Finale allegro assai appassionato

Ore 12.10

Gilberto ACCURSO, flauto – Sean GALANTINI, violino – Diego MAFFEZZONI, viola – Federico DONADONI, contrabbasso

  1. A. Mozart, Quartetto in re magg. per flauto e archi

Ore 12.30

Lorenzo GAVANNA, flauto – Giuditta FERIOLI, violino – Helena GRANCHELLI, violino – Sean GALANTINI, violino – Diego MAFFEZZONI, viola – Michele CONNI, viola – Andrea GELAIN, violoncello – Federico DONADONI, contrabbasso

  1. S. Bach, Suite in si minore per flauto e orchestra BWV 1067

Ore 14.30

Francesco MARZANO, flauto

  1. Mercadante, Aria extrait de Mosé in Egitto (Rossini)
  2. P. E. Bach, Sonata per flauto solo in La minore
  3. Piazzolla, Tango étude No. 3

Ore 15.00

Duo Francesco MARZANO, flauto – Elena TALARICO, pianoforte

  1. Hindemith, Sonata per flauto e pianoforte
    J. Ibert, Jeux sonatine per flauto e pianoforte
    F. Amirov, Un brano per flauto e piano

Ore 15.30

Duo Federico DE ZOTTIS, sax – Pietro DIPILATO, pianoforte

  1. Creston, Sonata per sax e pianoforte

Ore 16.00

Anna Maddalena GHIELMI, violino

  1. S. Bach, dalla sonata per violino solo in sol min. BWV 1001, Adagio – Presto

Ore 16.30

Duo Anna Maddalena GHIELMI, violino – Lorenzo TOMASINI, pianoforte

  1. Schubert, Sonata in la magg. op. 162, allegro moderato, scherzo, andantino, allegro vivace

Ore 17.00

Duo Haeseung OH, soprano – Satomi HOTTA, pianoforte

  1. Dell’Acqua, Villanelle
  2. Dvorak, Als die alte Mutter
  3. Mahler, Ablösung in Sommer
  4. Beach, Ah, Love, but a day
  5. Bellini, Vanne o rosa fortunata

Ore 17.20

Valentina TECILLA, flauto – Satomi HOTTA, pianoforte

  1. Reinecke, Allegro molto moderato dal concerto per flauto e orchestra in re magg. op.283
  2. Fukushima, Mei per flauto solo

Ore 17.40

Duo Mariacristina CIAMPI, soprano – Francesco PAOLILLO, pianoforte

  1. P. Tosti, Sogno, Ideale, l’Alba separa dalla luce l’ombra
  2. Gastaldon, Musica proibita
  3. Chopin, Notturno op.27 n. 2
  4. Lehar, Tace il labbro

 

CONCERTI “PIANO CITY MILANO” – Allievi della Milano Civica Scuola di Musica Claudio Abbado – MI Museo Archeologico, Corso Magenta 15:

– Musiche di  J. S. Bach, S. S. Prokofiev , S. V. Rachmaninov , L. v. Beethoven, E. Grieg, F. Schubert, R. Schumann, J. Brahms, F. Chopin, I. F. Stravinskij, A. Skrjabin, F. Mendelssohn, A. Dvorak , W. A. Mozart

– Ore 11.00 Francesco Fiacconi

– Ore 11.30 Elena Talarico

– Ore 12.30 Alessandro Viggiano

– Ore 14.30 Enrico di Maggio e il duo pianistico Spangaro – Tomasini

– Ore 15.30 Emanuele Abram e Valeria Mutinelli

– Ore 16.30 Emilio Spangaro

– Ore 17.30 Lorenzo Tomasini

 

QUANDO: domenica 24 maggio 2015 dalle 10 alle 18

DOVE: via Cappuccio e dintorni

COME: la giornata è completamente gratuita, i cortili sono a ingresso libero

INFOPOINT: nel Cortile dell’Orologio di Palazzo Arese Litta – Corso Magenta 24

CONTATTI: 02.76318634 oppure 340.5546402 oppure giovani.lombardia@adsi.it

 

Per gli eventi del weekend, Leggi anche:

– Sagra dei sapori Gorgonzola 23 – 24 maggio 2015, risotto cucinato dentro maxi pentola e tanto altro. Programma completo

– Mostra “Huipiles, i vestiti dell’anima maya” via Dante Milano, ingresso libero 8 – 28 maggio 2015 presso l’Instituto Cervantes

Sport e musica Idroscalo Milano 24 maggio 2015, al via la prima edizione di Spring Parade

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

Di Redazione

1 COMMENTO

  1. Al Post Expo non abbiamo dimore storiche ma se mi lasciano fare il miglior Museo Digitale d'Europa.Industria digitale+cultura+ museo= 60.000 posti per 5 miliardi annui di ricavi.
    Conclusioni Post Expo.
    -l'esigenza di ascoltare le Comunità Resilienti è un fenomeno mondiale in ascesa fotografato bene da Rockefeller Foundation e Assicurazioni Genenerali nel bollettino di aprile 2015
    -I Governi e le Regioni che non accolgono questa richiesta dal basso di sostenibilità ambientale rinunciano a svilupparsi decarbonizzando e digitalizzando che comporta nuovi lavori per 4 milioni di jobs in Italia e 22 milioni in EU-28
    -Le Comunità Resilienti sono la scorciatoia vera per innovare il manufacturing con il digitale ed andare verso l'energia pulita
    -un paese come l'Italia che ha un mix energetico spostato sullo 80% fossile e con un rinnovabile che non è stato innovato in termini di stoccaggi e digitalizzazione,dovrebbe affiancarsi ai paesi del nord europa per un mix almeno 50% rinnovabile.Oggi non raggiungiungiamo il basso target concordato per il 2020 che è del 20% in rinnovabili e dobbiamo correre come matti con l'idroelettrico pompaggio dato che siamo solo al 17%.Ma la situazione piu' grave è per i trasporti dove l'Italia ha concordato un target del 10% rinnovabili,mentre siamo solo al 5% con un'inutile e caro etanolo cellulosico che confluisce nei blends.
    -abbiamo la possibiltà di ribaltare questa situazione raggiungendo i target al 2020 e migliorandoli per dare lavoro ma qui viene fuori l'opposizione della lobbies fossile che convince il Governo a levare incentivi alle rinnovabili,ad importare gas,a costruire inutili rigassificatori ed a trivellare persino usando strumenti di morte come l'airgun
    -Milano con il Post Expo diventa la battaglia campale perchè una vecchia politica che non considera mai le Comunità vuole installare nel Post Expo un trasloco universitario da 650 milioni,levando gli studenti a Città Studi per spostarli a Rho e lasciando in mano città studi alla speculazione immobiliare piu' bieca.Questo trasloco è imposto sulla testa della Comunità e dei cittadini milanesi contrari.La politica decide solo perchè vengono dati appalti per 650 milioni ed è una operazione fascista come lo fu a Roma per Via dell'Impero o far costruire alla Colonne di S.Lorenzo a Milano dove sotto ci le Terme Erculee.La Adalucia De Cesaris ci riprova anche se fu condannata dal Consiglio di Stato su causa Mibac ed ora spero che i Comitati Città Studi facciano opposizione per non trasferire coattivamente studenti a Rho e non tiri fuori il verde perchè oggi c'è piu' verde a Citta' Studi che a Rho dato che il Comune di Milano mi boccio il mio progetto Expo frutti colorati con 10.000 piante.
    -Città della Scienza farlocca.Il mio giudizio su Rossi docente di fisica della materia che il suo maxicollider tipo Cern sarebbe impossibile e troppo caro 4,5 miliardi,ma anche il suo FEL che copia Amburgo è sempre caro perchè non puo' costare solo 650 milioni come dice la Vicesindaco ma 2 miliardi come ad Amburgo.Contesto questa scelta perchè i collider per la fusione ed i Fel per applicazioni civili non danno risultati primadi 10-15 anni-Ho inviato un Report al Governo che i FEL hanno applicazioni nella Difesa e particolarmente in Marina ma oggi non ci sono applicazioni civili valide.
    -dato che i colliders maxi e FEL sono cari perchè non andare invece sul plasma che ci serve sia per i rifiuti che per i solar fuels con il reuse della Co2.Chi vuole approfondire si legga il mio Report sul plasma che si divide in plasma waste,microwave plasma,RF o radio frequency plasma,conventional plasma biomass ed applicazioni plasma usando gas,LNG e LPG.Al Ministero dell'Agricoltura devo dire che stiamo studiando all'estero particolari piante a rapida crescita come il pioppo ed altre per usare i residui boschivi in centrali plasma che producono sia elettricità che biometano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here