Camminata nel vuoto Palazzo Lombardia Milano 25 e 26 luglio 2015. Da spettatori ad attori, nella performance ideata dall’Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni

La sfida estremaÈ dai tempi di “Miracolo a Milano”, il film di Vittorio De Sica tratto da un romanzo di Cesare Zavattini, che non si volava più a corpo libero nei cieli della città. Il 18 e il 25 luglio dalle 10.00 alle 14.00, nonché il 19 e il 26 luglio dalle 10.00 alle 18.00, a Milano si riprenderà a volare. Chi vorrà, potrà farlo camminando su una passerella di metallo posta a circa 2,5 metri di altezza dal suolo, larga 14 cm, allestita al 39° piano di Palazzo Lombardia: il punto più alto della città. La sensazione, infatti, donata dalla performance “La sfida estrema: nutrire il pianeta” sarà quella di librarsi nel vuoto.

 

DA SPETTATORE, AD ATTORE – L’evento vedrà al suo centro lo spettatore che, se vorrà, diventerà anche primo attore di questa originale performance artistica.

 

IL CONCEPT ARTISTICO – I visitatori raggiungeranno il 39° piano del grattacielo in ascensore. Una volta terminata la rapida ascesa, si troveranno di fronte uno schermo dove, in loop, verrà proiettato il video del 2014 “La sfida estrema”, il cui protagonista è l’atleta austriaco Mich Kemeter, ripreso mentre tenendosi in equilibrio su una ‘slackline’ di un pollice di larghezza percorre una distanza di ben 80 metri, tra due ciminiere.

– Contestualmente, scritte a tema e immagini dei frames tratti dal video saranno riprodotte  nell’ambiente circostante, facendo così sentire lo spettatore, fin da subito, coinvolto, e dunque portato a prepararsi per “entrare nella parte”.

– Se vi saranno le giuste condizioni di illuminazione, infatti, una telecamera dotata di uno speciale software renderà la camminata, grazie al vetro a 360° con il quale sono realizzate le pareti esterne della sala, una passeggiata tra i cieli di Milano.

– Naturalmente, chi preferirà non mettersi in gioco in prima persona, potrà anche assistere “semplicemente” alla performance, osservando gli altri che, a 2,5 metri di altezza,  affronteranno la passerella.

 

SUPERARE LE PROPRIE PAURE PER CAMBIARE IL MONDO – Ma non è finita qui. E ben lungi dall’essere solo un “attraversamento”, la performance si svilupperà anche con il trasporto di un chicco di riso.

– Il piccolo chicco verrà portato da una parte all’altra della passerella, al termine della quale si troverà una bilancia. Posandone il seme sul piatto, simbolicamente si fornirà il proprio apporto per fermare la fame nel mondo e, mano a mano che i chicchi depositati aumenteranno, la bilancia tornerà in equilibrio contrastando, sull’altro piatto, il “peso” di scritte e immagini che avranno per soggetto il problema di Nutrire il Pianeta, tema dell’Expo a cui l’evento si collega.

“Certo – si potrebbe obiettare –, tutti sono capaci di trasportare un chicco per pochi metri”. Ma lo spunto di riflessione suggerito dalla performance sta tutto nella condizione particolare in cui si svolge l’azione: una sfida con se stessi, che sprona il singolo a mettersi a rischio con se stesso, per affrontare i propri limiti, le difficoltà e le proprie paure.

– Al deposito del chicco di riso, comunque, potranno partecipare tutti, “anche coloro che non salgono sulla passerella –, spiegano i promotori – anche se non è la stessa cosa”.

 

LA “PROVA” DI PERSONAGGI DEL MONDO DELL’ARTE, DELLA CULTURA E DELLA SOCIETA’ CIVILE  – All’evento parteciperanno personaggi del mondo dell’arte, della società civile e della cultura: tutti attraverseranno la passerella per mettersi in gioco e per riflettere sulla condizione esistenziale intesa nel suo senso più ampio.

 

NATURALMENTE, MASSIMA SICUREZZA PER TUTTI – Naturalmente la partecipazione alla performance avverrà in condizioni di massima sicurezza e, ogni partecipante, verrà imbragato da una guida alpina.

– La possibile caduta, si colloca infatti in un ambito più psicologico che fisico, apportando un valore aggiunto alla matrice artistica dell’azione

 

PARTECIPAZIONE LIBERA, PREVIA PRENOTAZIONE ANTICIPATA – L’evento è ad ingresso e partecipazione interamente gratuiti ma, per divenire spettatori attivi alla performance sulla passerella, è necessario prenotarsi in anticipo scrivendo a assprocinema@gmail.com

 

L’IDEAZIONE ARTISTICA, AD OPERA DELL’ICMA – L’originale iniziativa è stata ideata tra le pareti dell’ICMA, l’Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni, e sarà ripresa dai suoi studenti.

– L’ICMA, con sede centrale a Busto Arsizio, nel prestigioso contesto di Villa Calcaterra, nasce nel 2008 grazie alla Regione Lombardia, alla famiglia Antonioni e all’Amministrazione Comunale della città dell’Alto Milanese, dove ha sede la Film Commission della Provincia di Varese e il BA Film Festival.

– L’Istituto Antonioni cura la formazione di attori e registi per il cinema, la tv, il teatro e i nuovi mezzi di comunicazione; da sempre i suoi studenti, provenienti da tutta Italia, prendono parte a stage e percorsi professionali, venendo a contatto con importanti realtà cinetelevisive e agenzie di produzione o post produzione in tutta la penisola.

– Tra le attività formative e culturali proposte, non solo l’erogazione del percorso accademico triennale post-diploma per registi ed attori, ma anche corsi sulle tematiche della comunicazione, dell’immagine, del cinema e della tv, della crossmedialità e dei nuovi media e delle pratiche teatrali e attoriali sia in campi classici (cinema e teatro) che in ambiti non convenzionali (formazione aziendale, applicazioni motivazionali, public speaking).

– Tra i fiori all’occhiello dell’Istituto rientrano anche il corpo docenti, che vanta nomi selezionati tra il meglio dell’attuale panorama professionale, strutture d’avanguardia, la splendida sede-campus di Villa Calcaterra, ospiti di prestigio delle master class ed il rapporto continuativo con il mondo lavorativo, per un risultato che fa dell’ICMA una opzione di formazione e incontro importante per un settore come quello dell’entertainment e della comunicazione in continuo sviluppo.

– Per tutti gli interessati, su www.istitutoantonioni.it è possibile iscriversi al nuovo triennio accademico per registi ed attori. Per ulteriori informazione è possibile visionare il sito www.istitutoantonioni.it oppure chiamare il numero 0331-070847

 

L’APPUNTAMENTO – “La sfida estrema: nutrire il pianeta” si svolgerà a Palazzo Lombardia nelle seguenti giornate:

– il 18 e 25 luglio, dalle 10.00 alle 14.00

– il 19 e 26 luglio, dalle 10.00 alle 18.00

– L’entrata è da via Luigi Galvani, 27 – 20124 Milano

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Grigliata “sinfonica” parco Lambro Milano 18 luglio 2015, concerto, salamelle e menu vegan aperto a tutti

Notte Bianca Gaggiano 18 luglio 2015, eventi, musica, cibo e spettacoli

Cinema gratis all’aperto Milano luglio 2015, rassegna nei cortili del Giambellino – Lorenteggio. Programma

Eventi gratis Lodi maggio – ottobre 2015 per Living Expo, programma 400 attività tra turismo, cultura, arte e altro

Sagre vicino a Milano, festa “Alimentazione consapevole” Vanzago 19 luglio 2015, info e programma

V.P.

Foto: Istitutoantonioni.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here