Mostra ‘Rigorismo, nell’Orizzonte del Transpazialismo e oltre’

Nel momento in cui i riflettori si accendono sull’arte contemporanea lo Studio Lattuada di Milano (zona Brera) lancia una sfida con la mostra: Rigorismo, nell’Orizzonte del Transpazialismo e oltre.


Negli spazi di via dell’Annunciata a Milano, è protagonista l’orizzonte monocromatico “ferito” e “bucato” di un trasgressivo esponente della seconda metà del Novecento: Lucio Fontana.


La sua provocazione, nel cercare una via per rinnovare il linguaggio della pittura e della scultura, è stata ripresa da molti artisti, alcuni dei quali hanno scelto di interpretare in modo ancora più radicale la poetica spazialista “rigorizzandone” i canoni.


Questo è il tema centrale della mostra presso lo Studio Lattuada di Milano in cui sono esposte opere di Giuseppe Amadio, Paolo Bazzocchi, Cesare Berlingeri, Agostino Bonalumi, Enrico Castellani, Alberto Loro, Umberto Mariani, Pino Pinelli, Paolo Scheggi e Turi Simeti.


Quadri in cui lo spazio funge da semplice supporto e la tela, da nuda superficie, diventa “opera” superando il limite bidimensionale, accogliendo nuove forme di figurazione e aprendosi a nuovi mezzi di espressione.


La mostra è curata da Flavio Lattuada e il catalogo è introdotto da un saggio di Massimo Donà, docente di Teoretica presso la Facoltà di Filosofia dell’Università Vita-Salute del San Raffaele di Milano, autore del testo “Arte e filosofia” (Bompiani 2007).


Ingresso: libero

Orari: Dal martedì al sabato, dalle 11 alle 13 e dalle 16 alle 19.30

Chiusura: 28 febbraio 2010

Indirizzo: Lattuada Studio, via dell’Annunciata 31, 20121 Milano

Per info: 02-29.00.00.71


Leggi anche:

Sondaggio dito medio Cattelan Milano: è solo un gestaccio? E’ giusto spostarlo?



 

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here